MotoGP, Ducati elogia Andrea Dovizioso: “Pilota perfetto”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Andrea Dovizioso in testa al campionato MotoGP 2017. Chi se lo sarebbe aspettato? Forse nessuno, eppure il forlivese ha sempre avuto fiducia in sé stesso. E dalla seconda metà della scorsa stagione qualcosa è cambiato in lui. In Ducati se ne sono accorti bene.

Il tanto atteso salto di qualità è arrivato da parte di un pilota al quale è sempre sembrato mancare qualcosa per lottare con gli altri top rider. Ci è voluto del tempo, ma a 31 anni la maturazione è arrivata. Ovviamente è presto per esultare. Sono solo 9 i punti di vantaggio su Marc Marquez e mancano ancora sei gare. Il Dovi sa che non può rilassarsi.

MotoGP Ducati, Ciabatti e Tardozzi su Dovizioso

Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati, ripreso da Marca ha speso parole di grande elogio per Andrea Dovizioso dopo la vittoria di Silverstone: “È stata una vittoria inaspettata. L’ultima vittoria è sempre la migliore, ma la prossima sarà ancora migliore. Dovi si è rivelato il pilota perfetto, è molto intelligente. Il campionato mondiale sarà difficile perché Marquez è molto forte e Yamaha anche. A Misano hanno provato pure loro, è il circuito di casa, ma non è buono per noi. Vorremmo sorprendere di nuovo”.

Anche Davide Tardozzi, team manager Ducati, non ha potuto che spendere parole al miele per il 31enne pilota nato a Forlimpopoli: “Dovi è sicuramente un pilota perfetto per una squadra, per lo sviluppo della moto, per la sua velocità e penso che quando migliorerà anche Lorenzo avremo una squadra incredibile”.

Intervistato da Marca, il dirigente del team di Borgo Panigale ha proseguito nell’analizzare la stagione magica che sta vivendo Dovizioso in questo 2017: “Lo chiamo ‘professor Dovi’ perché penso che sta facendo lezioni di guida e di strategia in questo momento. Dovi è stato sempre veloce, ma dalla fine della scorsa stagione qualcosa è cambiato nella sua testa ed è più convinto della sua capacità e possibilità. Ora sa che può vincere”.

Tardozzi conferma che in Dovizioso è cambiato qualcosa nel corso del 2016. Il salto di qualità di cui abbiamo scritto inizialmente e che ha permesso al pilota di combattere con i top rider. Il prossimo appuntamento è a Misano, dove il Motomondiale approderà tra due settimane: “E’ la gara di casa e probabilmente sarà la più difficile per molte ragioni, anche perché noi a Misano non abbiamo mai ottenuto ottimi risultati. Dobbiamo stare tranquilli e ottenere il miglior risultato possibile. Non sempre è possibile vincere, la cosa importante è sempre essere protagonisti e lottare per il Mondiale a Valencia”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)