Seb Vettel scalda Monza: “Abbiamo la macchina migliore”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Il secondo posto di Sebastian Vettel a Spa ha un dolce profumo di vittoria. La Ferrari del tedesco ha sì perso 7 punti in classifica dall’inseguitore Lewis Hamilton, ma ha fatto sentire il fiato sul collo su un circuito amico alla Mercedes. Poco più di due secondi dal vincitore, ma alla vigilia il gap preventivato era maggiore. Resta ancora del lavoro da fare in termini di potenza, ma i punti di forza e di debolezza cambiano in base ai circuiti.

A Monza le monoposto del Cavallino potrebbero giocare ancora in difesa, sui rettilinei le Frecce d’Argento hanno cavalli in più da mettere in gioco. Ma a Singapore la Mercedes teme l’offensiva Ferrari. Di certo saranno altri otto Gran Premi da combattere fino all’ultimo giro, pagando lo scotto di ritardare lo sviluppo della vettura per il 2018.

In Belgio Sebastian Vettel è stato penalizzato dalla mancata pole position e dalla ripartenza dopo la safety car. “Sono un po’ arrabbiato con me stesso perché forse mi sono avvicinato troppo alla Curva 1, ho cercato di aprire un po’ in divario all’Eau Rouge. Ma poi è stato difficile perché ho dovuto gestire anche i piloti che mi stavano dietro… Sapevo però che sul rettilineo non avevamo la stessa velocità delle Mercedes e se avessi preso troppo distacco non sarei più riuscito a ricolmarlo”.

A Monza con fiducia

All’indomani del GP di Spa regna però grande fiducia nell’ambiente di Maranello. “La vettura è così competitiva che non dobbiamo più aver timore di alcuna pista che ci troveremo davanti. Credo che abbiamo la macchina migliore”, ha sottolineato Sebastian Vettel, ancora leader con 7 punti di vantaggio su Lewis. Oltre che autore del miglior giro sul tracciato belga. Adesso l’attenzione si sposta a Monza, dove tra pochi giorni si ritorna in pista. Sarà la gara dell’anno per la Ferrari, si attende una fiumana rossa sugli spalti.

“Dobbiamo lavorare di più sulla prestazione in qualifica – ha aggiunto Sebastian Vettel -. Quando siamo avanti sarà difficile per i piloti Mercedes raggiungerci. Stiamo facendo progressi costanti e ad un certo punto saremo nella posizione di leader. Mercedes può ancora giovarsi delle prestazioni nella qualificazione, che fa la differenza. Anche se sono convinto che abbiamo la macchina migliore. Per tutta la mia squadra Monza è, naturalmente, il momento clou della stagione. Molti dipendenti avranno famiglia e amici. Noi celebriamo anche i 70 anni della Ferrari. Le prestazioni qui ci incoraggiano in modo da poter viaggiare fiduciosi per l’Italia”.

Luigi Ciamburro