Maurizio Arrivabene: “A Spa abbiamo visto una bellissima Ferrari”

Maurizio Arrivabene (©Getty Images)

Considerato lo stato di forma di Lewis Hamilton sul tracciato di Spa, il risultato strappato dal Cavallino Rampante domenica pomeriggio non è stato certo da buttare. Seconda con Vettel e quarta con Raikkonen, penalizzato con uno stop & go per non aver alzato il piede sotto doppie bandiere gialle nelle fasi appena successive al ko di Verstappen, la Rossa non ha perso particolarmente terreno sulla Mercedes malgrado sulla carta il layout belga premiasse maggiormente il potente motore tedesco.

“E’ stata veramente una bella Ferrari quella di oggi. Siamo arrivati qui da non favoriti ma i ragazzi, i piloti e la macchina hanno dimostrato di essere fantastici”. Ha dichiarato un entusiasta Maurizio Arrivabene poco dopo la bandiera a scacchi che ha regalato un nuovo podio alla squadra italiana. “Peccato per Kimi che ha avuto problemi con le vibrazioni (ndr. che già lo avevano tormentato durante le qualifiche), però ha fatto veramente un grandissimo sorpasso alla ripartenza. Anche Seb ha guidato molto bene. Ci è mancato pochissimo per conquistare la vittoria, comunque ci rivedremo a Monza davanti ai nostri tifosi. La SF70-H è ottima, quindi puntiamo a fare bella figura”.

Il team principal di Maranello ha poi voluto commentare la penalità di 10″ comminata dai commissari ad Iceman. Una punizione definita eccessiva dallo stesso finnico, danneggiato inevitabilmente dalla sosta forzata, che ha giustificato il mancato rallentamento con l’assenza di pericolo.

“La Red Bull era in una zona non a rischio ed è un fatto, ma le yellow flag c’erano, di conseguenza Kimi dovrà stare un po’ più attento in queste situazioni d’ora in avanti”. Ha precisato il boss Ferrari. “E’ stata una punizione molto dura, dato che quando si rientra ai box al tempo della penalità si somma quello che si perde per raggiungere la pit lane. Probabilmente senza penalizzazione sarebbe stata un’altra domenica”.

Chiara Rainis