Lewis Hamilton: “Grande weekend, ma la Safety Car si poteva evitare”

during the Formula One Grand Prix of Belgium at Circuit de Spa-Francorchamps on August 27, 2017 in Spa, Belgium.
A ragion veduta è stato nominato “Pilota del Giorno” dai tifosi della F1. Quello belga è stato un weekend davvero speciale per Lewis Hamilton, autore sabato pomeriggio della 68esima pole position in carriera, numero che lo ha proiettato al fianco di Michael Schumacher, e vincitore senza rivali o quasi alla domenica.

“E’ stato un grande fine settimana sia per me, sia per la squadra che voglio ringraziare per l’enorme lavoro svolto”. Ha affermato a caldo. Quindi parlando della Safety Car entrata dopo il contatto tra le due Force India e avrebbe potuto costargli il successo a favore di Sebastian Vettel ha polemizzato: “Mi sono sentito come in un round della NASCAR, quando ogni tanto fanno entrare la vettura di sicurezza senza motivo. L’ala di Ocon era stata spostata immediatamente, ma evidentemente volevano assistere a più duelli nelle fasi conclusive e lo avranno fatto per quello. A malapena c’erano detriti, o comunque gran parte erano stati rimossi”.

“Già nei giorni scorsi le Ferrari avevano dimostrato di avere un buon passo sulla distanza ed infatti erano piuttosto vicine anche prima del restart”. Ha cercato di occultare il brivido provato. “Ho dunque cercato di non dare loro la scia nel rettilineo, tuttavia la SC andava lentissima e ha permesso agli altri di starmi sotto, senza contare che ho faticato a mantenere in temperatura le gomme perché avendo le soft. Forse Seb si è avvicinato un po’ troppo all’uscita dalla curva 1, per cui ha dovuto alzare il piede altrimenti avrebbe potuto superarmi anche prima dell’Eau Rouge”.

Infine Hamilton ha elogiato il campionato 2017 e le battaglie con il Cavallino. “E’ divertente lottare con un altro team e con Vettel. Qui a Spa lui aveva un ritmo migliore, però alla fine l’ho tenuto dietro”.

Chiara Rainis