Lewis Hamilton: “Il weekend non poteva iniziare meglio”

Lewis Hamilton, Mercedes (©Getty Images)

La prima giornata di prove libere del Belgio ha decisamente soddisfatto Lewis Hamilton che, sebbene non sia riuscito a monopolizzare il vertice della classifica essendo stato battuto al mattino a Kimi Raikkonen nelle battute conclusive, ha tirato la zampata giusta nel pomeriggio poco prima che sul circuito di Spa scoppiasse un temporale.

“E’ bello essere tornati!”. Ha celebrato alla fine gongolante l’inglese della Mercedes per l’ottimo 1’44″753 che lo ha incoronato unico pilota finora ad essere sceso sotto il muro dell’1’45. “Quello odierno è stato uno dei migliori venerdì dal debutto stagionale. La W08 si è dimostrata forte sin dall’uscita dai box e dall’avvio dell’FP1 abbiamo fatto progressi a livello di assetto, il che è piuttosto incoraggiante come inizio di weekend”. In particolare il tre volte iridato è parso inavvicinabile sulla distanza. Qualcosa che però lui non ha voluto ammettere. “Anche se siamo andati molto bene, nei log run la lotta è ravvicinata”. Ha nicchiato.

Meno entusiasta ma ugualmente positivo di è mostrato Valtteri Bottas, 6° e 3°. “Nel complesso sono stati due turni insidiosi. Abbiamo avuto delle difficoltà nel settare la macchina e nei primi momenti non mi sentivo a mio agio. Sul finale le sensazioni sono comunque migliorare, anzi abbiamo fatto un grande passo avanti”. Il commento del finnico, che voci di paddock post estate danno prossimo al rinnovo con Stoccarda. “La performance dell’auto si è rivelato buona, tuttavia ci sono dei margini. Quando dovevo lavorare sul passo ha cominciato a piovere. Fortunatamente sono stato comunque in grado di compiere alcune tornate a serbatoi pieno.

“Il maltempo ci ha impedito di raccogliere tutti i dati che avremmo voluto”. Ha dichiarato il capo ingegnere Andrew Shovlin. “Ad ogni modo le nuove power unit hanno dato un bel riscontro e il pacchetto a basso carico di downforce ha risposto secondo le attese”.

Chiara Rainis