Kimi Raikkonen: “Avrei voluto provare qualche novità in più”

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Ripetendo il mantra a lui più caro, ossia “dobbiamo ancora migliorare”  Kimi Raikkonen ha archiviato il venerdì sull’amato circuito di Spa. Il pilota di Espoo è stato protagonista di due sessioni positive che l’hanno visto chiudere al comando al mattino e secondo al pomeriggio staccato di meno di tre decimi da Lewis Hamilton.

“Questa non è una pista speciale per me, è che mi piace e mi diverto”. Ha dichiarato al termine dell’FP2 rispondendo a chi gli domandava quale fosse l’elemento che lo porta ad essere così forte sul tracciato dell’Ardenne.

Quindi passando ai fatti e a quanto accaduto nella prima giornata Iceman ha spiegato: “Non è andata troppo male. Ci sono cose che avrei voluto provare e che non ho fatto in tempo a causa della pioggia caduta proprio nelle fasi finali della sessione pomeridiana, perciò dovremo continuare a lavorare e cercare di migliorarci in modo da essere più forti in qualifica e in gara”.

Il finlandese della Ferrari, ha poi dedicato qualche parola alle sensazioni provate sul velocissimo layout belga reso più arduo da affrontare dal regolamento tecnico 2017 che come noto ha portato alla costruzione di monoposto più larghe e aggressive e soprattutto più rapide rispetto a quelle del recente passato.

“Non ho trovato grosse differenze d’approccio alla pista con queste nuove auto se non maggiore velocità”. Ha affermato l’iridato 2007. “E’ sempre stato piuttosto semplice guidare qui nelle ultime stagioni. Chiaro che se dovesse essere bagnato allora sì, sarà più complesso, però la macchina già negli anni recenti ha permesso di prendere l’Eau Rouge e Raidillon in pieno”.

Come noto Kimi Raikkonen è soprannominato “The King of Spa” (Il re di Spa) perché assieme a Michael Schumacher è il pilota contemporaneo ad aver vinto di più con ben 4 centri, l’ultimo nel 2009 con una Rossa davvero poco competitiva.

Chiara Rainis