F1 GP Belgio, Prove Libere 2: tempi e classifica finale

Lewis Hamilton (©Mercedes Twitter)

Dopo una sessione 1 che ha visto Kimi Raikkonen terminare al vertice, si riparte con le seconde libere del Belgio. Sotto un cielo nuvoloso e temperature più basse riprende l’azione che diovrà fare a emno di Felipe Massa, impossibilità a riprendere il volante a causa del guasto al telaio seguito all’impatto contro le barriere nei minuti iniziali dell’FP1.

Magnussen primo a scendere in pista con la Haas.

Vettel in azione con gomme supersoft firma subito il miglior crono 1’46″405. Raikkonen invece gira con le soft. Nelle prime fasi Verstappen si conferma in forma, così come Carlos Saizn su Toro Rosso.

Problemi di DRS per Romain Grosjean. Il flap rimane aperto.

Hamilton con le soft passa davanti con 1’45″634

Dopo mezz’ora Ham precede Bottas e Vettel

La coppia Sauber viaggia sempre in fondo al gruppo. Male anche le due Haas. La due Renault sono le uniche in questo turno ad aver montato le ultrasoft. Nico Hulkenberg è 4° e Jolyon Pamer è 6°. A 56′ dalla bandiera a scacchi anche Bottas e Vettel scelgono la banda viola. Il ferrarista si piazza al top ma viene immediatamente beffato dal finnico della Mercedes e da Raikkonen che piazza un 1’45″015.

Si lavora sull’ala anteriore di Bottas, in particolare i meccanici si concentrano sul flap più interno per aumentare gli effetti dell’aerodinamica. Intanto quando si avvicina metà turno inizia a cadere qualche goccia di pioggia.

Hamilton è di nuovo primo con 1’44″753

A 40′ dalla fine solo Ricciardo, Stroll ed Ericsson sono su compound supersoft. Tutti gli altri hanno le ultrasoffici. Pochi minuti dopo anche il pilota Red Bull monta le violette.

Dopo aver provato a sostituire lo chassis in tempi da record per consentire a Massa di compiere almeno qualche tornata, la Williams ha dovuto desistere considerato che ora dovrà sottoporre il telaio ai dovuti controlli della FIA.

A 30′ dalla chiusura tutti su pneumatici ultrasoft. Il duo Renault resiste in top 10. Hamilton, Raikkonen e Bottas i primi 3. Quarto Verstappen, poi Vettel. Bene anche Saizn, 9°. Intanto si annuncia pioggia forte entro dieci minuti.

a 25′ dalla bandiera a scacchi comincia a piovere. Diversi piloti vengono rimandanti ai box. Piccola nota tecnica alla Red Bull i due piloti montano T-Wing differente e anche due versioni differenti di alettone: uno più carico, l’altro meno e quasi piatto.

Dopo alcuni attimi di silenzio, Ricciardo si riaffaccia in pista con gomme intermedie seguito da Alonso. Entrambi sono concordi che non è possibile continuare a causa della massiccia presenza di acqua sul tracciato

Bandiera a scacchi!!! Lewis Hamilton chiude al vertice davanti a Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas. Quinto Sebastian Vettel.