F1 GP Belgio, Prove Libere 1: tempi e classifica finale

Kimi Raikkonen (©Ferrari Twitter)

Dopo una pausa di circa un mese la F1 riprende l’azione sul tracciato storico di Spa Francorchamps. Come sempre tribune gremite e sorpattutto tanti fan di Max Verstappen.

Al pronti via subito dentro la McLaren di Stoffel Vandoorne e la Sauber di Marcus Ericsson entrambe con l’Halo.

Presto in azione anche le Ferrari di Raikkonen e Vettel, mentre Alonso lamenta immediatamente scarsa potenza. “Non so se riuscirò ad arrivare al box”, il suo messaggio.

Per quanto riguarda Maranello nelle prime fasi si lavora su mescole differenti: soft per Seb e supersoft per Iceman.

1’48″962 dopo un quarto d’ora per Esteban Ocon su Force India. Incidente per Felipe Massa e bandiera rossa.

Dopo circa una decina di minuti si riprende. Problema al poggiatesta per Magnussen un po’ come accaduto ad Hamilton a Baku.

Dentro Raikkonen

1’46″656 per Daniel Ricciardo su Red Bull, ma poco dopo Hamilton lo supera grazie ad 1’46″439

Intanto si lavora al box McLaren. Per Alonso noie al flap del DRS e forse altri intoppi a livello di telaio. A metà sessione Ham comanda su Ricciardo e Bottas. Quarto Raikkonen poi Verstappen e Vettel. Bene le Force India. Nei dieci anche Vandoorne con la MCL32.

A poco più di mezz’ora dalla fine Ocon si dedica alla simulazione di partenza. Per quanto riguarda la ultime posizioni Massa come ovvio chiude il gruppo. Meglio di lui Pascal Wehrlein e il solito Jolyon Palmer.

A 25 minuti dalla fine uscita di Valtteri Bottas alla curva 13.

Verstappen firma un 1’46″302 da terza posizione, ma al top viaggia sempre Hamilton con 1’45″555

Per quanto concerne il lavoro visto in pista, poca concentrazione sull’aerodinamica, mentre le gomme hanno occupato la maggior parte dell’attenzione. Va segnalato che i piloti Mercedes e quelli Force India hanno segnato il loro crono con mescola morbida. La coppia Haas e quella Sauber ha invece utilizzato le supermorbide. Gli altri le viola. Da segnalare il buon settimo posto di Carlos Sainz con la Toro Rosso e il nono del collega di colori Daniil Kvyat. Niente top 10 per Hulkenberg, beffato pure da Palmer. Stroll con la Williams mediocre come di consueto è solo 15°.

Ultimi cinque minuti! Kimi Raikkonen si porta al comando con 1’45″502.

Bandiera a scacchi!!! Kimi Raikkonen rimane al vertice, poi staccato di 53 centesimi Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Giù dal podio virtuale le due Red Bull di Verstappen e Ricciardo. Sesto Bottas. Decimo Vandoorne. Solo 13° Alonso.