MotoGP, Valentino Rossi ammette: “Difficile vincere il titolo”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Valentino Rossi a Silverstone festeggia i 300 gran premi in MotoGP. Sarà un gran premio speciale per lui, anche se preferirebbe arrivarci in una situazione diversa. E’ ancora in lotta per il titolo, però viene da una gara in Austria negativa.

Sicuramente in Gran Bretagna punta a ridurre il gap da 32 punti che lo separa dal leader Marc Marquez. Non sarà facile, dato che oltre allo spagnolo c’è pure un Andrea Dovizioso molto forte. E non vanno dimenticati né Dani Pedrosa e neppure il compagno Maverick Vinales. Servirà uno step avanti, soprattutto dalla Yamaha. All’interno del team Movistar si spera di aver compiuto progressi in occasione del test di domenica a Misano.

MotoGP Silverstone, Valentino Rossi parla a Sky Sport

Valentino Rossi non ha presenziato oggi alla conferenza stampa consueta a Silverstone, ma è comunque intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Ha subito commentato il traguardo dei 300 gran premi in MotoGP: “Si tratta di una soddisfazione, ma è anche abbastanza triste perché mi fa ricordare quanto sono vecchio. Però sono più importanti le vittorie e i podi. Cercheremo di fare il massimo anche qua, facendo un buon weekend”.

Al pilota Yamaha viene anche chiesto della giornata di test a Misano: “E’ andata bene, abbiamo lavorato tanto per la gara, che sarà importantissima visto che corro in casa e quindi dobbiamo metterci anche più impegno del solito. E’ stato un buon test, siamo andati piuttosto forte. Abbiamo provato anche delle cose per l’anno prossimo. Quindi abbiamo lavorato un po’ anche in ottica 2018. Ma soprattutto ci siamo concentrati sul setting ed è stato un test positivo”. Il nove volte campione del mondo rivela di aver provato il prototipo della moto 2018: “Sì, a Misano c’era. Non è male. Mi sono trovato piuttosto bene”.

Rossi ha poi spiegato di non pensare al Mondiale, perché prima deve essere competitivo per battere i rivali e solo dopo può ragionare eventualmente sul titolo: “Per come sto andando quest’anno e per i punti che ci sono di distacco, sarà molto difficile. Ci sono ancora tante gare, ma prima di pensare al Mondiale bisogna cercare di essere competitivi, salendo sul podio e stando sempre là davanti. Sennò si fa fatica…”.

Il nove volte campione del mondo ha concluso il suo intervento parlando della situazione complicata all’interno del team sul piano tecnico, visto che la M1 va migliorata: “Abbiamo parlato tanto con i nostri ingegneri, sia io che Vinales. C’è tanto lavoro da fare, ci vorrà del tempo. Andiamo incontro a un periodo tecnico un po’ difficile, anche perché sia Honda che Ducati hanno fatto degli step e noi facciamo più fatica. Dall’altra parte penso che in qualche pista possiamo essere competitivi, ma fino a quando non mettiamo le ruote sull’asfalto non lo sappiamo. Speriamo di poter stare davanti già qui a Silverstone”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)