Lewis Hamilton: “Vettel non mi vuole come compagno di squadra”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Pur non sapendo nulla del futuro, Lewis Hamilton, non appena atterrato a Spa, ha escluso a priori che Sebastian Vettel potrà mai arrivare in Mercedes in barba a quanti vedrebbero nel mancato rinnovo del tedesco in Ferrari un pertugio verso Stoccarda, allo stesso modo del contratto valido per il solo 2017 di Valtteri Bottas.

“Ritengo sia altamente improbabile che Seb arrivi nel team. Penso infatti che non abbia alcun desiderio di diventare mio collega di box”. Ha dichiarato l’inglese alla stampa presente in Belgio. “Personalmente sono aperto a gareggiare con chiunque e lottare contro i piloti migliori al mondo è sempre il massimo. E’ chiaro però che lui non ha interesse a venire qui perché si troverebbe in una posizione molto differente da quella in cui è ora a Maranello, in termini di come opera la squadra”.

Poi, forse animato dalla paura di avere un personaggio scomodo vicino, il pilota di Stevenage ha sottolineato l’inutilità di un cambio di line up. “Non credo che le dirigenza o qualsiasi altro membro del personale sia soltanto della situazione attuale. Per questo reputo difficile credere in una possibile revisione dello status quo. Il gruppo è davvero unito e l’ultimo round di Budapest è stata la dimostrazione di quanto sia oggi coeso il team”. E giusto per non lasciare niente al mondo delle ipotesi, Ham si è lanciato in un elogio al buon Valtteri da Nastola. “Nella preparazione alla stagione in corso non ho alterato alcun aspetto del mio approccio e il nuovo elemento che è subentrato a Rosberg funziona alla perfezione”.

In queste ore si è pure espresso uno dei boss delle Frecce d’Argento, alias Niki Lauda, che anziché del domani si è occupato del presente e dei probabili ordini di scuderia impartiti a favore di Hamilton dal Belgio ad Abu Dhabi. “Ne stiamo discutendo”. Ha confidato all’Osterreich. “Adesso però dobbiamo pensare a recuperare lo svantaggio che abbiamo dalla Ferrari  sui circuiti lenti “.

Chiara Rainis