Jonas Folger: “Lotto con Zarco per il posto di Rossi”

Jonas Folger
Jonas Folger (©Getty Images)

Jonas Folger al suo primo anno in MotoGP sta facendo bene, stupendo rispetto a quelle che erano le aspettative. Se sul compagno Johann Zarco, due volte campione del mondo Moto2, c’erano più certezze invece sul tedesco c’erano maggiori dubbi.

Il 24enne del team Tech3 di Hervé Poncharal è ottavo in classifica con 77 punti, 2 meno di Jorge Lorenzo e 22 meno del teammate. Il suo miglior risultato è stato il secondo posto al Sachsenring. Di fronte al suo pubblico, Folger si è conteso la vittoria con Marc Marquez. Alla fine ha dovuto desistere, però sarà un GP indimenticabile per lui. Nella speranza di poterne fare altri e cogliere magari un successo.

Jonas Folger vuole il posto di Valentino Rossi

Jonas ha un contratto anche per il 2018 con il team Tech3, così come Zarco. Per entrambi sarà importante ottenere risultati di rilievo, anche perché in ballo ci può essere un posto nella squadra ufficiale nel 2019. Il contratto di Valentino Rossi, ma anche di Maverick Vinales, scade nel 2018 e il Dottore allora avrà 39 anni. Ipotizzabile un ritiro a fine stagione, seppur ancora non certo. Almeno un posto nel box Movistar si può liberare.

Folger ha le idee chiare e le ha rivelate ai microfoni di Motorsport: “Credo che la battaglia per quel posto sia tra me e Zarco. Johann è un due volte campione del mondo, però so che posso fare ciò che fa lui. Sono riuscito ad arrivare dove stava lui all’inizio e adesso ho fiducia. A inizio stagione pensavo fosse difficile combattere con lui, ma poi ho guadagnato fiducia e le buone gare che ho fatto mi hanno fatto capire tutto meglio”.

Il tedesco sapeva che il compagno sarebbe potuto essere un po’ più forte, ma con il tempo ha capito di poter dire la sua. Adesso per lui è importante batterlo più volte possibili nell’ultima parte del campionato MotoGP 2017. E soprattutto nel 2018 sarà fondamentale arrivare davanti al francese. Folger conferma: “È la mia prima sfida, ho bisogno di batterlo. E’ un compagno di squadra molto bravo e un ragazzo molto bravo, è un ottimo ragazzo, ma lui vuole battermi e io voglio batterlo”.