Jean Alesi: “Raikkonen uomo squadra”

Jean Alesi (Getty Images)

Jean Alesi è uno di quei piloti che ha raccolto sicuramente molto poco in carriera rispetto a ciò che avrebbe effettivamente meritato. Il francese fece letteralmente innamorare i tifosi della Ferrari dal ’91 al ’95 con il suo stile di guida così vicino a quello di Gilles Villeneuve. Alesi però in oltre 200 Gran Premi è riuscito a cogliere un successo e 32 podi.

La migliore stagione di Jean Alesi è stata quella del 1996, la prima con Benetton, dove riuscì a racimolare 47 punti e un buon 4° posto nella classifica finale. Insomma un pilota concreto, che badava al sodo. Il francese ancora oggi è molto amato in Italia dai tifosi della Ferrari, che lo ricordano con ammirazione.

Raikkonen uomo squadra

Come riportato da “La Gazzetta dello Sport”, Jean Alesi ha così commentato il rinnovo di Raikkonen: “Lui è un pilota molto amato dai ferraristi. Questo è un ragazzo che piace e rappresenta un punto di riferimento per tutto l’ambiente Ferrari. Dall’anno passato a questo la Rossa ha fatto grandi passi in avanti. Ora hanno una monoposto vincente su quasi tutti i circuiti. Si è creato poi un bello spirito di gruppo in squadra grazie ad Arrivabene e Marchionne. La decisione di riconfermare Kimi consolida quest’atmosfera all’interno del team perché tra lui e Vettel nessuno è geloso dell’altro”.

Il francese ha poi continuato: “Credo che arriverà anche il rinnovo per Vettel. Una casa si costruisce dalle fondamenta. In linea generale comunque, se anche dovesse arrivare un pilota diverso da Seb in Ferrari nel 2018 credo che non avrà problemi con Kimi”.

Infine, Jean Alesi ha concluso parlando delle opzioni Ferrari per il 2019: “Io punterei su mio figlio (Giuliano, pilota GP3, che questa estate ha vinto anche una gara). Scherzi a parte, sia Leclerc che Giovinazzi hanno fatto benissimo, ma credo che sia davvero prematuro parlarne ora”.

Antonio Russo