Guy Martin: dal Tourist Trophy a meccanico della Williams

Guy Martin (©Williams Official)

Da quando è entrata in campo la Liberty Media la F1 non smette di sorprendere. Questa volta però non è la nuova dirigenza americana ad aver tirato fuori il coniglio dal cilindro bensì la Williams. Nel Gp del Belgio del weekend in arrivo la scuderia di Grove schiererà un meccanico molto speciale. Guy Martin. Inglese del Lincolnshire, noto al grande pubblico degli appassionati di motori per le sue numerose apparizioni all’affascinante ma altrettanto crudele Tourist Trophy dell’Isola di Man, dove sempre si è distinto tra i migliori.

Il britannico, famoso anche come presentatore tv, vestirà i panni dell’addetto al pit stop. Uno dei ruoli più acclamati dai fan se ci si basa sulla quantità di persone che assiepano la corsia box al giovedì quando vengono fatte le simulazioni del cambio gomme. Per prepararsi all’importante impegno il centauro visiterà la fabbrica per prendere le misure e familiarizzare con il mestiere sebbene non dovrebbe avere granché bisogno di lezioni essendo abituato a fare il meccanico di sé stesso quando è sulle due ruote.

Per quanto concerne il fine settimana Martin aiuterà la crew a dare vita al garage e in seguito assisterà gli addetti al montaggio della FW40. In seguito parteciperà ad entrambe le sessioni di prove libere del venerdì e lo stesso farà sabato e domenica. Proprio in gara si metterà a disposizione del gruppo che segue le vetture di Felipe Massa e Lance Stroll e potrà così ammirare da vicino il lavoro dei veri flash del Circus se si pensa che durante il round di Silverstone hanno completato la sosta in appena 2″02.

Infine come tutti gli uomini del garage, terminata la “festa”, Guy dovrà dedicarsi allo smontaggio delle auto e di tutte le attrezzature in modo che possano essere spedite sulla pista successiva. Un’operazione che impegna il personale non meno di 10 ore.

Chiara Rainis