Ducati, test positivo a Misano. Tardozzi: “Siamo soddisfatti”

Davide Tardozzi
Davide Tardozzi (©Getty Images)

Domenica era stato il turno di Honda e Yamaha, ieri quello della Ducati. A Misano il team italiano è sceso in pista per una giornata di test. Sul tracciato romagnolo si correrà dopo il Gran Premio di Gran Bretagna di questo weekend.

Sicuramente provare sul circuito intitolato a Marco Simoncelli sarà utile in ottica gara per il 10 settembre. Stavolta nessuna squadra top è rimasta senza provare, dunque il vantaggio c’è stato per tutte. In altre occasioni era stata la Yamaha a sbagliare scelta riguardante i test e ciò l’ha penalizzata in gara. Basti pensare a quanto successo a Montmelò.

MotoGP, Ducati contenta del test a Misano

Andrea Dovizioso a Misano ha completato 92 giri, mentre Jorge Lorenzo è arrivato a 102. Come riporta Sky Sport, la Ducati si è concentrata sul setting delle Desmosedici provando le gomme Michelin destinate alla corsa. Si è cercato di comprendere sia il loro rendimento sia l’usura. Entrambi i piloti hanno volto i long-run da 28 giri, quelli della gara. Alle 14, quando hanno iniziato la simulazione, c’erano 48 gradi sull’asfalto.

La gomma giusta per le caratteristiche della Ducati, nelle condizioni di ieri, è stata la media abbinata alla nuova carena per Lorenzo. Invece Dovizioso ha effettuato una prova comparativa anche con la carena standard e deciderà in seguito quale usare.

Davide Tardozzi, team manager Ducati, si è così espresso a Sky Sport: “Siamo ragionevolmente soddisfatti, pur sapendo che Honda e Yamaha sono andate forte nei loro test di due giorni fa confermando il fatto che su questa pista sono sempre molto competitive”. Il dirigente ducatista conferma anche che Michele Pirro, collaudatore del team, prenderà parte alla gara come wild-card: “Sappiamo che Michele può essere particolarmente competitivo su questo tracciato per questa ragione ci è sembrato giusto fargli cercare il suo proprio miglior setting affinché possa giocarsi al meglio la sua chance”.