Targa illeggibile, le possibili multe

Targa illeggibile
Multe stradali © Getty Images

L’estate, come si sa, è il periodo durante il quale si sposta un numero maggiore di veicoli sulle strade, italiane e non, rispetto al resto dell’anno. Sono molti gli accorgimenti che i conducenti devono prendere per non incappare in sanzioni da parte delle forze dell’ordine che sono predisposte al controllo della sicurezza stradale. Tra questi non manca ovviamente la leggibilità della propria targa del veicolo che si sta utilizzando. Se la targa è illeggibile infatti, come riporta il portale laleggepertutti.it, sono molti i rischi di incappare in sanzioni pecuniarie molto salate.

Targa illeggibile, cosa si rischia

Non si può circolare in strada con una targa che si rovinata dal tempo o dal fango. Essa deve essere perfettamente leggibile, di modo che le forze dell’ordine non abbiano problemi nell’individuare il veicolo da controllare. Se la propria targa non è facilmente riconoscibile si può incappare in una multa pecuniaria che va dai 41 ai 168 euro. Le forze dell’ordine possono poi riservarsi la possibilità di sospendere la patente al conducente e di imporre il fermo amministrativo della vettura in questione per tre mesi. Se la persona fermata fosse recidiva si può arrivare anche al sequestro del veicolo in questione.

Se la targa in questione fosse contraffatta la sanzione sarebbe ancora più salata con il rischio di pagare una multa che potrebbe arrivare fino ad 8 mila euro. Ma cosa occorre fare nel caso in cui la nostra targa fosse rovinata? Il conducente dovrà rivolgersi all’autorità predisposta per chiedere una nuova leggibile, dovendo attendere i tempi tecnici necessari prima di poter circolare con il proprio veicolo.