Incredibile furto al Twiga di Flavio Briatore in Versilia

Bob Sinclair e Flavio Briatore (©Flavio Briatore Instagram)

Brutta sorpresa per Flavio Briatore la scorsa domenica. Verso le 6.30 del mattino mentre il personale del celebre Twiga di Marina di Pietrasanta, in Versilia, stava provvedendo alle classiche pulizie di fine giornata e contando gli incassi, due individui armati di pistola hanno fatto irruzione nella discoteca intimando di consegnare i soldi.
Pur avendo provato a resistere nulla è stato possibile e i malviventi sono riusciti a fuggire con un malloppo di circa 20 mila euro. Immediatamente avvisata la polizia il commissariato di Forte dei Marmi si è preso carico della vicenda e dall’analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglia.

Secondo quanto rivelato da Daniela Santanché, parlamentare di Forza Italia e coproprietaria del locale, che subito si è intefacciata con i dipendenti i due indagati avrebbero parlato italiano però con un palese accento dell’est.
“Quello che è successo è pazzesco. Non era mai accaduto prima in queste zone”. Ha dichiarato al Corriere della Sera. “E’ il segnale di una preoccupante escalation di violenza. Un precedente odioso e preoccupante. Metteremo guardie armate all’ingresso e ci dispiace molto ma purtroppo questa è la situazione”.

Mario Cambiaggio, gestore e cognato di Briatore, ha raccontato che alcuni ragazzi dello staff hanno cercato di inseguire i banditi, ma quando si sono avvicinati e stavano per catturarli, uno dei due si è fermato e gli ha puntato la pistola contro. I rapinatori sono poi saliti su una Matiz, con targa rubata.
Polizia e carabinieri sono convinti che i rapinatori conoscessero alla perfezione la mappa della disco, ma altresì le abitudini dei clienti che solitamente si intrattengono nel giardino e nel parcheggio sino al mattino.
A quanto pare avrebbero quindi aspettato nelle vicinanze assicurandosi che anche l’ultimo avventore fosse uscito e incuranti di essere ripresi avrebbero messo a segno il colpo dal ricavato modesto. Non è comunque escluso che ci fosse un terzo uomo a fare da palo e ad aiutare i compagni a fuggire.
Il sindaco di Pietrasanta, Massimo Mallegni, pur denunciando l’assenza delle forze pubbliche ha cercato di rassicurare i turisti: “La Versilia è un sicura. La rapina al Twiga è un episodio isolato”.