F1 e gaming: E’ nata la eSport Series World Championship

F1 Game Codemasters 2017 (©Formula 1® Game Twitter)

F1 e videogames. Se ne era parlato tanto nei mesi scorsi e ora è diventato realtà. Sotto coordinamento della Liberty Media a breve partirà la eSports Series World Championship, categoria virtuale nata dalla collaborazione tra la massima serie, la Codemasters e la Gfinity.

La stagione inaugurale prenderà il via a settembre in corrispondenza con l’uscita del nuovo gioco F1 2017, attraverso un sistema di qualificazione mensile che decreterà i 40 piloti più veloci. A quel punto scatteranno le semifinali che si svolgeranno alla Gfinity Arena di Londra il 10 e l’11 ottobre. Scremati i top 20, questi voleranno poi a novembre ad Abu Dhabi per la grande chiusura. Un evento suddiviso in tre gare decreterà il vincitore.

“Questa iniziativa rappresenta un’opportunità meravigliosa per il nostro business, sia dal punto di vista strategico, sia dell’ingaggio di nuovi fan”. Ha affermato il boss commerciale Sean Bratches. “Come facciamo in Formula Uno continueremo ad evolvere e innovare in modo da garantire sempre esperienze eccitanti”.

“L’eSport è uno dei settori più in rapida crescita del gaming che già attrae milioni di utenti”. Ha dichiarato il CEO di Codemasters Frank Saigner. “Siamo dunque lieti di poter annunciare questa incredibile serie in partnership con il Circus. L’alto livello di competitività, lo spettacolo della velocità e l’autenticità del nostro gioco faranno vivere ai player di tutto il mondo qualcosa di davvero entusiasmante.

Mentre per la F1 sarà la prima volta nel segmento dello sport virtuale, altre discipline automobilistiche sono nel settore da diverso tempo, ad esempio vale la pena ricordare il programma della Nissan GT Academy, diventata famosa per candidare giocatori e trasformarli in seguito in veri e propri piloti ufficiali nel Gran Turismo.

La Formula E dal canto suo ha ospitato lo scorso gennaio a Las Vegas una manifestazione dedicata alle corse virtuali istituendo un premio da un milione di dollari. Allo stesso modo la McLaren ha confermato che parteciperà al progetto “Il Gamer Più Veloce Al Mondo”, che permetterà al trionfatore di sedersi sul simulatore nella fabbrica di Woking e aiutare così il team inglese a risalire lo schieramento.