Assicurazioni auto, scoperta truffa da 400 mila euro

Assicurazioni auto
Assicurazione Auto (foto dal web)

Sono state denunciate un totale di 59 persone ai carabinieri di Napoli nell’ambito di un’indagine su una truffa riguardante le assicurazioni auto. Secondo quanto si legge sull’Ansa l’ammontare della frode sarebbe di quasi 400 mila euro. Al centro di questa truffa ci sarebbe un medico, ora deceduto, che avrebbe confermato l’esistenza di danni fisici e patologie per alcuni incidenti che ora sono entrati nel mirino della Procura. Il periodo preso sotto osservazione va dal 2010 al 2011. Sono 47 i casi di sinistri stradali che sono stati presi in considerazione nell’indagine e che saranno esaminati per valutare l’esistenza della truffa su ognuno di questi che ha colpito in maniera decisa le compagnie assicurative.

Assicurazioni auto, scoperta truffa

La rete della frode dovrebbe comprendere anche alcuni avvocati e consulenti assicurativi che simulavano l’esistenza dell’incidente stradale per avere poi un risarcimento in denaro dalla compagnia. Fondamentale la presenza del sanitario nell’organizzazione che avrebbe poi attestato il tutto tramite un certificato che sarebbe poi stato incontestabile dalle aziende. Tra i casi esaminati dalla Procura ci sarebbe anche un sinistro stradale tra un avvocato e suo fratello, portato poi all’assicurazione per ottenere il risarcimento. I metodi utilizzati per ottenere il pagamento da parte delle compagnie erano quelli o di dichiarare il falso con certificati medici o utilizzare esami effettuati in ospedale da altri pazienti ignari del tutto.