MotoGP Austria, Vinales: “Mi sento forte, ma non funziona tutto”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales deluso e deludente nel Gran Premio d’Austria 2017 MotoGP. Ma nel team Movistar Yamaha nessuno può essere contento. Lo spagnolo è arrivato sesto, precedendo il compagno Valentino Rossi.

Altri punti persi nella classifica mondiale, sia dal leader Marc Marquez che dal vincitore di oggi Andrea Dovizioso. La casa di Iwata deve pensare a come migliorare la situazione se vuole poter puntare al titolo. Ci sono dei problemi che hanno impedito alla M1 di essere competitiva fino alla fine. Nella prima parte di gara il ritmo non era male, però poi c’è stato un calo evidente.

MotoGP Austria: il commento di Maverick Vinales

Maverick Vinales al termine della gara odierna si è così espresso sul deludente risultato ottenuto al Red Bull Ring: “Difficile trovare una spiegazione. Si deve lavorare duro. Ho dato il massimo che potevo e sono arrivato sesto. Guardiamo a Silverstone per recuperare. Non abbiamo avuto molto grip posteriore, ho sofferto molto dal primo giro”. Parole riprese dal Mundo Deportivo.

Allo spagnolo viene domandato se montare un pneumatico diverso da quello duro avrebbe cambiato le cose, considerando che Johann Zarco con la morbida è giunto quinto: “Non lo so. Zarco col pneumatico soft accelerava meglio di noi. Si tratta di una questione di messa a punto e non abbiamo trovato il modo per far lavorare gli pneumatici”.

Il pilota Yamaha ha proseguito così la sua analisi: “Ho visto che  anche Valentino ha sofferto molto. La moto derapava molto e non ho mai visto derapare la Yamaha come in questa gara. E’ strano, soprattutto vedendo che Zarco accelerava così tanto. Non posso farci niente. Migliorare la moto non è nelle mie mani. E’ qualcosa di difficile e con Yamaha stiamo lavorando duro”.

A Vinales viene chiesto se adesso la sua posizione in ottica Mondiale è un po’ più debole: “Difficile dirlo. Come testa e motivazione mi sento molto forte, al massimo come guida. Però deve funzionare tutto e la moto non lo sta facendo. Silverstone? E’ una delle mie piste preferite”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)