F1, Bottas: “Posso battere Vettel e Hamilton”

    Valtteri Bottas (©Getty Images)

Vacanze nella sua Finlandia per Valtteri Bottas, autore di sei podi e due vittorie nella prima parte del Mondiale. Passato dalla Williams alla Mercedes il finlandese è terzo in classifica, a 19 lunghezze da Hamilton e 33 dal leader Vettel.

L’intesa con il compagno di squadra è perfetta, la monoposto è quasi perfetta. In Ungheria Lewis ha rispettato il patto lasciandolo passare all’ultimo giro per concedergli il podio e restituirgli il favore. Non potrebbe chiedere di più Vatteri Bottas. “Il team ha messo in chiaro fin dall’inizio che siamo entrambi trattati allo stesso modo – ha detto ad Auto Bild -. Otteniamo la stessa tecnologia, non ci sono driver numero 1 e numero 2. Mi sono fidato. Sto lottando per la Coppa del Mondo e sta andando bene per la mia carriera. Perciò non vivo all’ombra di Lewis”.

Valtteri Bottas impiega tanto tempo ad allenarsi, consapevole che il titolo iridato potrebbe già arrivare quest’anno. “Il mio obiettivo è sempre stato quello di migliorarmi. Come si fa? Lavorando di più. Per un pilota, non c’è alcun limite se si segue questa regola… La Formula 1 è uno sport mentale. Hai bisogno di nervi saldi. La pressione è grande, come con le mie due vittorie… La cosa peggiore che puoi fare è iniziare a pensare durante la guida”.

Inutile negare di pensare al titolo mondiale sin da subito. “Sì, posso essere campione del mondo. E credo che posso battere sia Lewis che Sebastian. Penso sia possibile già quest’anno. Questo dovrebbe essere possibile in altre piste. E come ho detto: sto migliorando. Non ci sono limiti per me”. Ma qualora dovesse ritrovarsi fuori dai giochi si dice pronto ad aiutare Hamilton: “E perchè no? E’ il mio compagno di squadra”.