Jack Miller: “Non voglio fallire in Ducati come altri”

Jack Miller (Getty Images)

Il passaggio di Jack Miller dal team Marc VDS alla Ducati Pramac per il 2018 era stato preannunciato da diverse settimane. La tanto attesa ufficialità è arrivata dopo il GP di Brno. Il 22enne autraliano prenderà il posto di Scott Redding al fianco di Danilo Petrucci e avrà a disposizione una Desmosedici 2017.

E’ stata una lunga trattativa ma finalmente è arrivata la fumata bianca. “I negoziati sono durati tutta la pausa estiva, questo mi ha causato un po’ di mal di testa. Ora abbiamo messo alle spalle il problema e abbiamo firmato il contratto a Brno dopo la gara”, ha raccontato Jack Miller. La Honda aveva migliorato la sua offerta per la prossima stagione, ma era troppo tardi. “Ho pensato che un cambiamento di scenario potrebbe farmi bene. Ero da tre anni con la Honda. E ‘stata la prima volta che mi sono bloccato più di un anno in un contratto. Ora non vedo l’ora che arrivi la prossima stagione. Penso che abbiamo un progetto nuovo davanti a noi”.

A disposizione avrà la moto di quest’anno, in Honda avrebbe ricevuto lo stesso trattamento. Eppure la Desmosedici sembra aver attirato l’attenzione di Jack Miller. “Credo che la Ducati è più adatta al mio stile di guida. Mi piace anche l’aspetto della Ducati. Mi piace la moto 2017. Ma fino a che punto posso dirlo solo dopo i test di novembre. Molti piloti sono andati a Ducati e non andavano d’accordo. Non voglio essere uno di quei piloti che hanno fallito in Ducati. Andiamo con un atteggiamento aperto e chiaro per Ducati. Io continuerò a imparare lì. Sarà il mio quarto anno in MotoGP”.

Montare sulla Rossa è forse la più grande sfida, dove molti piloti hanno fallito. Basti pensare a Valentino Rossi, Cal Crutchlow e alle difficoltà di Jorge Lorenzo. Ma a Jack Miller piace troppo il rischio. “Fa parte del lavoro”. Ora non resta che chiudere al meglio il campionato in corso e accumulare esperienza per trovarsi meno impreparati per la nuova avventura. “Il mio obiettivo è sempre stato quello di essere tra i primi dieci… Voglio raccogliere punti ogni fine settimana. Poi vedremo cosa viene fuori alla fine dell’anno “.