Paolo Pirozzi Ducati-man: Napoli-Caponord come nessuno mai

Paolo Pirozzi a Caponord

Paolo Pirozzi mette a segno un altro storico record, anzi due. L’avventuriero ducatista di origine partenopea è partito da Napoli alle 21.30 proseguendo per Amburgo, Berlino, Kassel, Hannover, Aalborg (Danimarca), Odense, Copenaghen, Malmò,Goteborg, Stoccolma, Umea, Alta(Norvegia), Nordkapp, percorrendo 6.515 km in 88 ore, senza fermarsi, raggiungendo Nordkapp alle ore 14 circa.

Qualche anno fa Paolo Pirozzi aveva messo a segno il giro del mondo in sella alla Ducati in 13 giorni ed 8 ore. Adesso ha tentato un altro viaggio record da Napoli e Caponord in sella alla sua Ducati Monster S4R con lo storico motore 996. Anche stavolta non sono mancati gli ostacoli lungo il suo tragitto. “Da Napoli a Caponord ho riposato per circa 40 minuti in una vecchia cabina telefonica in Danimarca e 50 minuti in una fermata dell’autobus in Svezia. Passato il confine italiano è iniziato un fortissimo temporale che mi ha accompagnato per circa 40 ore di questa impresa”.

Ogni 200 km “FastestMan” si è dovuto fermare per fare carburante, bere, nutrirsi. Dopo 6.500 km è finalmente arrivato a Caponord, ha scattato una foto per documentare ora ed arrivo alla prima meta. Giusto un’ora di riposo ed è ripartito per la sua Napoli e mettere a segno il secondo record. “Sono ripartito ufficialmente da NordKapp per raggiungere Napoli percorrendo meno km ma nel minor tempo possibile passando per: Nordkapp, Alta, Stoccolma, Malmò, Copenaghen, Odense, Hannover, Innsbruck per poi entrare in Italia ed arrivando Napoli”.

Primo record. 144 ore NoStop totalizzando 11.408 km Napoli-Nordkapp-Napoli. Secondo record. Nordkapp-Napoli 54 ore e 22 minuti per 4.893 km, quello precedente era di 56 ore. “Sono contento per il risultato ma non sono soddisfattissimo, sapevo di poter puntare ad un arrivo entro e non oltre le 50 ore ma il clima non è stato dalla nostra parte e mi ha costretto a compiere questi record completamente bagnato fino all’arrivo – racconta Paolo Pirozzi -. Inoltre, al ritorno, in una piccola provincia Danese ho forato una gomma ed ho perso circa due ore per trovare una soluzione visto che la gomma si era completamente distrutta ed in quel paesino con pochissimi abitanti non è stato facile trovare un gommista”. A lui il merito di aver portato il tricolore e il rosso Ducati in giro per il mondo!

 http://imgur.com/a/8rAAT