Danny Aldridge: “La carena Ducati rispetta il regolamento”

La nuova carena Ducati (©Getty Images)

La nuova carena Ducati inaugurata a Brno ha fatto discutere non poco gli addetti ai lavori della MotoGP. Danny Aldridge, Direttore Tecnico della MotoGP, cancella ogni dubbio di irregolarità e spiega come la Casa di Borgo Panigale abbia saputo interpretare al meglio il regolamento. Sui lunghi rettilinei del GP d’Austria potrebbe rivelarsi l’asso nella manica per Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso.

Le ali aerodinamiche sono state vietate alla fine della scorsa stagione per questioni di sicurezza. Quindi il nuovo regolamento mette al primo posto questo punto. “Il fattore più importante è la sicurezza, non ci devono essere spigoli vivi o altri elementi che sono pericolosi, mettendo in pericolo gli altri piloti e marshall”, ha spiegato Alridge a Crash.net.

Ducati ha presentato quattro o cinque versioni prima che fosse raggiunto un accordo. La prima proposta degli italiani è stata respinta. “Il loro compito è quello di spingere al limite. Il mio lavoro è quello di garantire che rimangano entro i limiti. Dobbiamo trovare un compromesso”, ha detto il direttore tecnico, che ha dato il via libera in collaborazione con il direttore di gara Mike Webb e il direttore tecnico Corrado Cecchinelli, Responsabile della Tecnologia in MotoGP.

“I regolamenti aerodinamici anche in Formula 1 sono molto severi. Tuttavia, ogni settimana ci sono discussioni sui recenti sviluppi”, ha aggiunto Aldridge. Ducati è riuscita a rispettare le norme fino al limite. “Nelle ultime quattro o cinque gare abbiamo tenuto delle riunioni con loro. Non molto di più è possibile nel rispetto delle regole. E’ un processo lungo, capisco che stanno cercando di allestire il miglior pacchetto possibile”. Alcuni team, vedi Aprilia, hanno avanzato qualche dubbio sul regolamento più che sulla Ducati… “Ho parlato con gli altri produttori della carena Ducati, ho spiegato perchè è stata considerata legale e ora sono soddisfatti”.