MotoGP Brno, Marquez: “L’azzardo mi ha regalato punti utili”

Marc Marquez (©Getty Images)

E’ partito dalla pole e ha fatto quello che doveva fare, ossia mantenere la posizione. Non fosse che nelle fasi del pronti via quando ha lasciato spazio alla Ducati Marc Marquez si è affermato a dominatore assoluto del GP della Repubblica Ceca. Più bravo degli altri a leggere le condizioni del tracciato in mutamento e complici alcuni problemi di tenuta degli pneumatici l’iberico della Honda è rientrato anzitempo ai box per il cambio moto dato che l’umidità lasciata dalla pioggia aveva ceduto il passo all’asciutto e così facendo ha accumulato un vantaggio sulla concorrenza tale da non poter più temere rivali.

“Stamattina ho provato con la dura al posteriore ma non mi sentivo a mio agio, così ho deciso di puntare sulle wet soft per la gara”. Il racconto del 24enne. “Quando sono andato in griglia mi sono convinto che il fondo si sarebbe asciugato velocemente, ma dopo poche curve mi sono accorto di aver sbagliato la scelta. A quel punto dato che le condizioni stavano migliorando sono andato al pit. E’ stato un azzardo considerato che ho rischiato di cadere almeno due/tre volte. Poi però il margine sugli avversari è arrivato ai 18″ e allora mi sono rassicurato. Avrei potuto spingere maggiormente, tuttavia avevo ormai raggiunto un gap importante e ho capito che non ne valeva la pena. Ciò che conta è aver allungato nella generale. Anche se non di molto, ora la mia leadership è più comoda (ndr. 154 punti contro i 140 di Vinales)”.

Il centauro di Cervera ha infine dedicato un pensiero ad Angel Nieto, scomparso lo scorso 3 agosto in seguito ad un incidente stradale e che prima della corsa è stato omaggiato da tutti i piloti MotoGP. “Il minuto di silenzio in suo onore è stato emozionante”. Il messaggio di Marc. “In quel momento pioveva ed è sembrato che anche il cielo fosse triste. Non solo voglio dedicargli la vittoria, ma tutta questa domenica di sport è per lui”.

Chiara Rainis