MotoGP Brno, Andrea Dovizioso: “Tanti errori e punti buttati via”

Andrea Dovizioso, Ducati (©Getty Images)

Quello di Brno non è stato certo il GP della Ducati. Malgrado le discrete premesse del sabato la gara è stata un’altra storia complici le condizioni meteo intermedie e un po’ di pasticci al box che hanno relegato Jorge Lorenzo in quindicesima piazza, malgrado un ottimo start, e ridimensionato Andrea Dovizioso, al traguardo in sesta a 23″2 da Marquez.

“La moto era impostata in un modo per cui non avrei potuto fermarmi prima. 1 o 2 tornate in anticipo però sarebbero state utili, ma ancora una volta non sono stato capace di leggere le condizioni della pista e sfruttare al massimo la moto”. Il rammarico del forlivese. “E’ già la terza corsa che buttiamo via punti importanti. L’errore comunque era stato fatto prima. Non sarei dovuto scattare con la combinazione di gomme morbida-morbida. Dopo il cambio ho tirato per 16 giri, ho tentato di passare Rossi e altri davanti ma l’elettronica era tarata male e non è stato possibile fare nulla. La lezione di oggi dovrà farci scuola anche se ogni circuito è diverso e così la strategia da adottare”. Ha aggiunto. Quindi a proposito del prossimo round fissato in Austria Dovi si è mostrato abbastanza scettico. “Forse saremo tra i favoriti, tuttavia senza il vantaggio del 2016”.

Appena una posizione alla spalle di Dovizioso ha concluso un altro ducatista, ossia Danilo Petrucci del team Pramac. “E’ stata una corsa abbastanza particolare. Vedendo le chiazze di bagnato non me la sono sentita di rischiare. E’ probabile che se mi fossi fermato prima avrei ottenuto un risultato migliore, ad ogni modo nel complesso sono discretamente soddisfatto. Di sicuro in caso di asciutto non sarebbe stato possibile chiudere settimo. Mi conforta comunque che ho tenuto testa a Rossi e ingaggiato belle lotte, inoltre ho portato a casa un bel bottino e sono stato il più forte tra i piloti satellite”. Ha concluso il 26enne di Terni.

Chiara Rainis