Brno, Danilo Petrucci: “Volevo essere il primo Independent”

Danilo Petrucci (Getty Images)

Gara altalenante di emozioni per il team Octo Pramac Racing sul circuito di Brno. Si è iniziato sul bagnato, poi la pista si è subito asciugata costringendo al flag to flag tutti i piloti. Dopo una grande partenza Danilo Petrucci era con il gruppo di testa, confermandosi ancora una volta tra i migliori sul bagnato.

Rientrato ai box dopo cinque giri ha subito ritrovato un ottimo passo gara anche sull’asciutto. A 10 giri dalla fine Petrux ha superato Espargaro per conquistare la terza posizione. Fino a quando non è stato tradito dalla gomma posteriore che non gli ha consentito di difendersi dagli attacchi di Vinales, Crutchlow, Rossi e Dovizioso.

“E’ stata una gara molto difficile. Il rammarico è di non aver avuto il coraggio di rientrare un giro o due prima a cambiare la moto – ha ammesso Danilo Petrucci -. Pensavamo che la pista si asciugasse più lentamente. Ho cercato di resistere con il gruppo di testa. Sono stato sul podio per un po’ di giri. Poi ho cercato di essere il primo Independent e poi la prima Ducati. Non ci sono riuscito. E’ un peccato ma sono comunque contento perchè sono stato protagonista di una bella gara – ha concluso il pilota umbro -. Non vedo l’ora di essere in Austria”.

Buona gara anche da parte di Scott Redding, meno il risultato finale (16°). Il britannico era riuscito a recuperare già una decina di posizioni partendo dall’ultima fila. Rientrato al quarto giro è balzato fino alla seconda posizione nei successivi due giri. A metà gara un problema tecnico allo scarico non gli ha permesso di essere più incisivo costringendolo a chiudere in 16esima posizione.

“Sento di aver fatto una grande gara. Sono partito molto bene, ho fatto la giusta scelta per rientrare e cambiare la moto – ha dichiarato Scott Redding -. Il passo era buono, sentivo di poter stare con I primi. Poi però ho avuto un problema allo scarico. Me ne sono accorto quando ho provato a cambiare la mappa per avere più potenza. E’ davvero un peccato perchè sentivo di poter fare una grande gara. Esco a testa alta da questo week end e spero di essere così competitive anche in Austria”.