Jorge Lorenzo: “Difficile replicare i risultati avuti con le ali”

Jorge Lorenzo (Sky Sport)

Jorge Lorenzo non sta vivendo di certo il periodo più brillante della sua carriera, tanti i guai che sta patendo in Ducati. Lo spagnolo non sembra adattarsi allo stile di guida di questa Desmosedici, troppo scorbutica per i suoi modi dolci. A Borgo Panigale inoltre sono stati penalizzati ad inizio stagione quando si è deciso di vietare le famose alette.

La soluzione aerodinamica trovata da Ducati, infatti, spaventava i team giapponesi, che hanno subito pensato di segnalare la cosa alla federazione per farla vietare. Secondo il marchio italiano le alette avrebbero dato maggiore stabilità alla moto aiutando anche lo stesso Jorge Lorenzo nel suo approccio con la GP 17.

Lorenzo contento della nuova carena

La Ducati ha cominciato a lavorare per sopperire alla mancanza delle alette inventandosi nuove carene sino a quella portata a battesimo quest’oggi durante le prove libere di Brno da Jorge Lorenzo, che spera con questa novità aerodinamica di fare quel definitivo balzo in avanti.

Come riportato da “Sky Sport”, Jorge Lorenzo ha parlato così a margine delle prove libere: “Questa mattina mi sono trovato benissimo sul bagnato, come non mai con la Ducati. La moto offriva un grip spettacolare. Non ho spinto al massimo, potevo andare ancora più veloce però ho deciso di non rischiare molto, perché in fondo era solo la prima prova libera”.

Jorge Lorenzo ha poi parlato della nuova carena: “Abbiamo fatto una prova importante, quella della nuova carena. Aerodinamicamente era un giorno importante perché bisognava provarla. Su molti punti siamo migliorati un po’. Abbiamo più confidenza con l’anteriore ora. Naturalmente, come tutto nella vita, ci sono punti positivi e punti negativi. Sul rettilineo ha creato qualche problema, ma in generale è stata una giornata positiva oggi”.

Infine lo spagnolo ha così concluso: “Diciamo che è difficile arrivare ai risultati che davano le ali l’anno scorso, ma stiamo lavorando bene. Ci stiamo avvicinando a quella performance che avevamo prima. Penso che la proveremo pure domani se il tempo sarà buono. Bisogna lavorare tanto su setting, bisogna cambiare alcune cose”.

Antonio Russo