Danilo Petrucci: “Eravamo 2 passi avanti agli altri”

Danilo Petrucci (Getty Images)

Ducati da tempo immemore ormai studia una nuova carena per sopperire alla mancanza delle famosi ali, strappate via dalla federazione ad inizio anno. Tra i piloti che da sempre si è più lamentato di questa perdita c’è Jorge Lorenzo, incapace di far girare questa Desmosedici come la sua Yamaha, moto indubbiamente più docile e più vicina al suo stile di guida.

Proprio per questo i vertici Ducati hanno deciso quest’oggi di portare al battesimo a Brno la nuovissima carena proprio con Jorge Lorenzo. In realtà però il primo a provare questa novità tecnica è stato Danilo Petrucci, che, come riportato da “Motorsport-total.com” ha così dichiarato sulla carena: “Per noi è molto importante, prima eravamo due passi avanti a tutti in aerodinamica. Senza le ali poi abbiamo avuto dei problemi”.

La nuova carena non verrà sempre utilizzata

Danilo Petrucci in merito a quanto fatto da Ducati poi continua: “Per loro è stato un lavoro davvero complicato. Non sappiamo se la nuova carena qui funziona meglio o peggio, ma credo che faremo un nuovo balzo in avanti rispetto agli altri costruttori. Hanno vietato le ali per motivi di sicurezza, ma secondo me senza di loro è molto più rischioso guidare perché la moto ha poca stabilità nelle zone veloci”.

Molto probabilmente la nuova carena verrà utilizzata in Austria. A quanto pare Ducati deciderà di gara in gara quale carena utilizzare. Probabilmente quindi non vedremo sempre la stessa Desmosedici. Resta un punto interrogativo su Brno. Per ora, infatti, la nuova carena è stata provata solo da Jorge Lorenzo, ma Dovizioso con la standard è andato davvero molto forte.

Non è chiaro quindi se sia stata una scelta tecnica da parte dell’italiano che preferisce quella standard o Ducati ha semplicemente voluto dare la precedenza a Jorge Lorenzo nel testare questa nuova soluzione.

Antonio Russo