Andrea Iannone in fase di sviluppo: “Domani miglioreremo”

photo Suzuki

Dopo la lunga pausa estiva il risveglio in casa Suzuki non è soddisfacente. Alex Rins chiude la FP2 al 18° posto, Andrea Iannone al 20°, con il pilota italiano a 1,8″ dall’ex compagno Andrea Dovizioso. Solo Tito Rabat (Marc VDS Honda), Sam Lowes (Aprilia) e Bradley Smith (KTM) sono stati più lenti.

La pioggia del mattino ha ostacolato non poco il lavoro dei piloti Suzuki, arrivati in Repubblica Ceca con  molte novità sulla GSX-RR. “Il primo giorno è stato complicato per il tempo, avendo una sessione in bagnato e una asciutta. Nel pomeriggio abbiamo provato diverse impostazioni sull’asciutto, che in realtà era il nostro scopo. Non siamo riusciti a tentare un attacco di tempo appropriato. La cosa positiva è che abbiamo già visto che alcuni miglioramenti hanno dimostrato di essere efficaci. Domani proveremo il nostro meglio per migliorare anche il tempo sul giro, continuando a verificare le diverse soluzioni disponibili”.

Per Andrea Iannone un’altra giornata negativa, ma conta sulle prove del sabato per trovare il giusto feeling con la moto in evoluzione. “Un giorno strano a causa delle condizioni meteo. Nel pomeriggio si è asciugato, ma l’aderenza non era ottimale. Questa è stata una sorta di “sviluppo” per noi, dato che avevamo diverse soluzioni dal Giappone da testare. Quello che abbiamo provato è risultato positivo e interessante. Dobbiamo ancora rifinire, ma i miei sentimenti sono positivi. Avendo questo obiettivo principale, abbiamo eseguito l’intera sessione con un solo set di pneumatici. Non siamo andati con i pneumatici morbidi per un time attack appropriato. E questo naturalmente ha avuto un’influenza enorme sulla classifica. Siamo più dietro di dove meritiamo di essere. Ma abbiamo dovuto fare questo lavoro e sono felice per i miglioramenti. Saremo in grado di migliorare molto domani”.