Marc Marquez: “Preferirei avere meno avversari”

Marc Marquez (Getty Images)

Marc Marquez arriva a Brno da leader del mondiale ed è pronto a dare battaglia per confermarsi in vetta alla classifica. Sinora le tante cadute e la poca costanza di rendimento non gli hanno permesso di fare il vuoto come fatto negli anni passati, ma ora la situazione sembra essere cambiata. Lo spagnolo, infatti, in Germania ha dimostrato di aver preso di nuovo confidenza con la sua Honda.

Marc Marquez all’interno della conferenza stampa pre-gara ha così dichiarato: “Credo che la pausa sia arrivata al momento giusto per rilassarsi e allenarsi. Abbiamo fatto anche un test qui a Brno. Durante le prove abbiamo faticato nel primo giorno, poi siamo migliorati un po’, quindi arriviamo qui con un buon set up di base. Nei test le temperature erano molto basse, mentre ora sono molto alte quindi sarà un po’ diverso”.

Marquez non vuole più di 20 gare

Ha poi proseguito parlando dei test fatti a Brno: “Questi test saranno un piccolo aiuto per questa gara, ma anche per il prosieguo della stagione perché abbiamo registrato dei piccoli miglioramenti e cercheremo di essere più competitivi. La Honda sta spingendo al massimo per permettere a tutti i piloti di avere la migliore moto possibile. Io sono piuttosto contento dei test di Brno, ora però guardo al futuro. Bisognerà essere sempre costanti e veloci”.

Naturalmente Marc Marquez si è lasciato andare anche ad un ricordo su Angel Nieto, che in questo momento lotta tra la vita e la morte: “Ho tanti ricordi, lui è stata una delle prime leggende a venire da me. Il nostro rapporto era davvero molto buono. Ho passato davvero tanto tempo all’interno del suo motorhome a vedere partite di calcio. Lui tifava per il Real Madrid, mentre io per il Barcellona. Abbiamo passato davvero tanto tempo insieme anche fuori dalla pista. Non sono solo i risultati che ha ottenuto in pista, ma anche il suo grande carattere che lo rende una persona davvero speciale”.

Il pilota della Honda ha provato poi ad analizzare questa pazza MotoGP 2017, che ha visto tanti piloti scambiarsi in vetta alla classifica mondiale: “Per gli spettatori è davvero entusiasmante, dal punto di vista del pilota, invece a me piacerebbe la vecchia situazione e quindi avere meno avversari con distacchi più ampi, ma capisco che dal punto di vista dei tifosi sia davvero stupendo”. Marc Marquez ha poi commentato che secondo lui Dorna sta facendo davvero un lavoro egregio nel portare la MotoGP al top. Secondo lo spagnolo inoltre ora c’è più equilibrio tra le varie moto.

Infine Marc Marquez ha rimarcato una vecchia questione e cioè che lui non sarebbe propenso ad aumentare ancora il numero delle gare e che ritiene 20 il numero massimo di GP da poter disputare nell’arco della stagione.

Antonio Russo