Hulkenberg polemico: “Magnussen? Un aspirante Verstappen”

Nico Hulkenberg (©Getty Images)

La rissa sfiorata nel paddock di Budapest tra Nico Hulkenberg e Kevin Magnussen sta continuando a far chiacchierare i tifosi del Circus e a popolare i social network. In particolare sembra essere diventato virale il video dell’incontro ravvicinato avvenuto nel ring o come si chiama adesso “media pen” dove il pilota Renault si è ironicamente complimentato con il danese per essersi per l’ennesima volta dimostrato “sporco” e scorretto e nei confronti degli avversari, con ovvio riferimento alla manovra operata alla curva 2 quando lo ha praticamente accompagnato fuori pista, ricevendo come sola risposta un “succhiami le palle”.

“Avrei preferito vedere più commenti sulla gara”. Ha scritto sulla colonna che tiene per il sito dell’emittente Sport 1 il #27, a sua volta accusato dal boss Haas Gunther Steiner di essere un “bullo. “Al momento ci sono da affrontare sfide ben diverse in F1 delle palle di un aspirante Verstappen”. La doppia bordata del tedesco lanciata al portacolori della scuderia americana, ma pure all’incolpevole, in questo caso, olandese della Red Bull.

“Io non sono il tipo di persona che dopo una gara va a cercare appoggio e sostegno nel pubblico, ma neppure mi spingo ad insultare le persone. Se ho un problema con qualcuno vado direttamente da lui e gli dico cosa penso”. Ha poi affermato dimentico forse che il suo appunto vis-à-vis è stato fatto a favor di telecamere e non a porte chiuse. “I fan però paiono contenti di vedere uno sport in cui la competizione è davvero vissuta e non ci si tiene le proprie opinioni dentro. Questa è la cosa divertente della F1”.

“Avere a che fare con Kevin è come stare con un fratellino incapace di difendersi in altro modo”. Ha infine attaccato il collega tacciandolo di infantilismo. “Ecco perché è facile accettare le sue osservazioni con il sorriso”.

Chiara Rainis