SBK, ufficiale: Davide Giugliano con Red Bull Honda in Germania

Davide Giugliano (foto Honda WSBK)

Davide Giugliano torna a correre nel campionato mondiale Superbike. Il team Red Bull Honda ha ufficializzato che sarà lui a prendere il posto che fu di Nicky Hayden nel Gran Premio di Germania.

Il pilota italiano di recente ha preso parte con la squadra al test al Lausitzring, proprio la pista della prossima gara. Nel box sono rimasti soddisfatti delle sue prestazioni e hanno voluto dargli un’occasione. Trovare un’alternativa a stagione in corso è sempre complicato. Rider di alto livello liberi non ce ne sono. Giugliano si è liberato dopo la breve esperienza nel campionato britannico Superbike (BSB) con BMW nel team Tyco. Conclusa per i problemi fisici di Davide, che però adesso sta molto meglio.

Sicuramente lui rappresenta una delle opzioni migliori in questo momento. Ha alle spalle un passato in WSBK, con anni trascorsi tra Aprilia e Ducati. Ha esperienza e dunque può aiutare il team Red Bull Honda a crescere. La nuova CBR è ancora una moto acerba e serve tempo per svilupparla. Il 27enne romano può essere di aiuto alla squadra.

Queste le parole di Giugliano dopo l’ufficialità del suo ritorno, per adesso momentaneo, nel campionato mondiale Superbike: “Sono veramente felice per l’opportunità di poter correre al Laustizring con il Red Bull Honda World Superbike Team. Dopo il buon test svolto la scorsa settimana, speravo di poter avere la possibilità di correre con loro e sono contento di averla ricevuta. Sono tornato ad un buon livello di forma fisica e non vedo l’ora di iniziare. Voglio ringraziare Honda e Ten Kate per questo e farò del mio meglio per rendere questa chance utile per tutti noi”.

L’ex rider di Aprilia e Ducati è sicuramente molto motivato. Vuole dimostrare di meritare ancora un posto nel campionato mondiale Superbike. Certamente ambisce ad essere confermato per il resto della stagione, in attesa che il futuro venga poi definito. Non sarà semplice, anche perché anche il pilota titolare Stefan Bradl sta faticando. Come detto, la nuova Honda CBR1000RR Fireblade SP2 va ancora sviluppata e dunque essere veloci a breve è complesso. Serve tempo.


Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)