Andrea Iannone: “Sono più veloce di Vinales”

Andrea Iannone (Getty Images)

Andrea Iannone sta vivendo uno dei periodi più brutti della sua carriera. Dopo i fasti in Ducati della stagione passata, infatti, ha deciso di passare in Suzuki per sostituire il partente Maverick Vinales. Purtroppo dopo un inizio confortante, con i primi giri in Qatar passati addirittura a lottare per la vittoria prima di uno scivolone sono cominciati poi i weekend bui.

In particolare Andrea Iannone sembra non avere molto feeling all’anteriore con questa Suzuki e ogni volta che prova a portarla al limite finisce gambe all’aria nella ghiaia. Il pilota italiano sta provando a dare indicazioni al team giapponese per migliorare la situazione, ma purtroppo per ora i risultati in pista sono ancora scadenti.

Iannone non ci sta a prendersi tutte le colpe

Come riportato da “MotoGP.com” Andrea Iannone ha così commentato il suo momento in Suzuki: “Noi ci aspettavamo una situazione completamente diversa. Questo per noi è un momento molto complicato. In inverno abbiamo lavorato tanto per migliorare alcune cose, ma ad oggi il nostro lavoro non ha dato frutti. In ogni caso io e Suzuki abbiamo gli stessi obiettivi e sono certo che con il duro lavoro arriveremo lì dove ci siamo prefissati”.

Andrea Iannone però non ci sto ad addossarsi tutte le colpe di questo flop e attacca: “Guardo i dati di Maverick dell’anno scorso e non siamo molto distanti. Lui non ha avuto problemi con l’anteriore, io si e sto cercando di lavorare in questo senso. Quasi in tutte le gare sono più veloce di lui sui tempi sul giro, ma il risultato è diverso perché con questi tempi arrivo 10°. Quest’anno le cose sono diverse, il livello è molto alto”.

La situazione resta particolare. La Suzuki era apparsa in grande crescita negli ultimi anni, ma questa stagione ha subito un brusco ridimensionamento.

Antonio Russo