GP Ungheria, Sergio Marchionne: “Nessun ordine di scuderia”

Sergio Marchionne (©Getty Images)

Nella domenica dell’Hungaroring, con le Ferrari in prima fila, non poteva mancare il presidente Sergio Marchionne. C’è grande soddisfazione dopo le qualifiche di Budapest, l’ennesima conferma che le SF70H di Vettel e Raikkonen hanno le carte per giocarsi il titolo mondiale 2017.

A poche ore dall’inizio del GP d’Ungheria Marchionne si è detto entusiasta per la reazione dimostrata ai box dopo la delusione di Silverstone. “Sono soddisfattissimo, la vera sorpresa è stato il grandissimo recupero dopo Silverstone, hanno fatto un grandissimo lavoro e si è visto ieri, poco da aggiungere siamo una grandissima squadra”, ha detto ai microfoni di Sky Sport.

I vertici del Cavallino non interferiranno sui risultati di Seb e Kimi, almeno fino a quando la matematica non escluderà con certezza uno dei due dalla corsa al titolo. “Non ci sono ordini di scuderia, ne abbiamo parlato anche oggi, ho visto Kimi che si è incavolato perché non ha fatto la pole, sono tutti e due competitivi, l’importante è non farsi beccare in prima curva”.

A Monza saranno quasi certamente riconfermati anche per la stagione 2018, anche se rimanda ogni discorso alla pausa estiva. Ma per il futuro qualcosa bolle in pentola. “I giovani? Lavoriamo su quello, dobbiamo trovare posto per i tanti ragazzi che gravitano attorno alla Ferrari, in modo da consentire loro di sviluppare le potenzialità perché possono costituire il futuro”.