Formula 1 Ungheria, Gara: tempi e classifica finale

Sebastian Vettel (©Ferrari Twitter)

Tutto è pronto per il GP dell’Ungheria edizione 2017 che vedrà scattare dalla prima fila i due piloti Ferrari Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen.

Come molto spesso accade all’Hungaroring, tanto sole e temperature molto alte

Semaforo verde! Si parte!

Sebastian Vettel, si mantiene al vertice, poi Raikkonen e Bottas. Contatto tra i due piloti Red Bull. Verstappen sbaglia in frenata e con la ruota colpisce la pancia di Ricciardo. L’australiano è costretto a fermarsi a bordo pista. La sua RB13 perde liquido e presenta la posteriore sinistra bucata. Dopo 75 gare un ko per incidente per il #3.

Safety Car in pista! Grosjean riporta un impatto con la Renault di Hulkenberg alla curva 1 . L’episodio viene messo sotto indagine

Si riprende dopo 6 giri ed Hamilton ingaggia un duello con Verstappen

10′ di penalità per l’olandese della Red Bull per aver innescato la collisione. Messo in nota anche un presunto contatto tra Sainz, 6° e Alonso subito alle sue spalle.

Dopo 12 giri Vettel viaggia con una leadership di 3″ su Raikkonen. Le due McLaren tengono in zona top 10. Qualche preoccupazione a livello di informatica per la Mercedes ma sembra tutto sotto controllo.

Poca azione in pista. Posizioni congelata. I commissari archiviano l’episodio Sainz-Alonso

Ordini di scuderia in Casa Renault. Palmer è stato invitato a far passare Hulk

Grosjean fermo. Al box non hanno avvitato bene una ruota. La FIA indaga per unsafe release

Vettel si lamenta per il volante che piega leggermente a sinistra. Intanto Raikkonen recupera terreno.

Al giro 31 pit stop per Bottas che monta le soft. Il finnico rientra 5° dietro ad Hamilton. Appena una tornata dopo ed è il turno di Lewis, che mette le morbide ma perde la posizione sul compagno.

Immediata risposta della Ferrari. Vettel dentro. Gomme a banda gialla e rientra 3°.

Giro 34 stop per Raikkonen e si riaccoda a Seb. Per quanto concerne il fondo gruppo, imperano le due Sauber. di Ericsson e Wehrlein, precedute dalle Williams di Stroll e Di Resta.

Al giro 36 brivido per Perez alla ripartenza dal box. Duello in pit lane tra Sainz e Alonso. Posizioni invariate, i due spagnolo sono 9° e 10°.

Al giro 38 Alo riesce ad infilare la Toro Rosso. Ham punge Bottas.

Raikkonen si lamenta. Vuole passare davanti a Vettel essendo incalzato dalle Mercedes.

Al giro 44 piccola sbavatura di Vandoorne che arriva lungo nella piazzola di sosta. Dopo 2 tornate Ham passa avanti. Potrebbe essere agevolato volontariamente da Bottas

Al giro 55 Ormai Hamilton è su Raikkonen. Iceman via radio: “Così rovino le gomme!” Intanto Vettel al vertice sta facendo da tappo. Lungo per Verstappen

A 8 tornate dalla fine Magnussen accompagna sull’erba Hulkenberg che lo stava insidiando per l’undicesima piazza. Ritiro per Di Resta, ultimo del gruppo, per presunte ragioni tecniche.

Vettel continua a comandare su Raikkonen, Hamilton, Bottas, Verstappen, Alonso, Sainz, Perez, Ocon e Vandoorne.

A due giri dalla fine ritiro per Nico Hulkenberg. Penalità di 5″ per Magnussen per l’episodio con Hulk.

Bandiera a scacchi!! Vince Sebastian Vettel davanti a Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas che riceve la posizione indietro da Lewis Hamilton proprio sul traguardo. Top ten per le due Force e per le McLaren. A punti anche Sainz su Toro Rosso

Kimi Raikkonen giustamente premiato come “Pilota del Giorno”