Gli allievi del Master Camp pronti alla laurea

photo Facebook

Sei giovani atleti del Campionato Mondiale Supersport 300 sono stati invitati a partecipare alla quarta edizione del VR46 Master Camp. Per una settimana i ragazzi hanno avuto modo di affinare la preparazione fisica e in moto, alternando sedute di palestra teoriche, giri in pista a Misano e al Ranch di Tavullia.

Alfonso Coppola, Enzo De La Vega, Kimi Patova, Mykyta Kalinin, Renzo Ferreira e Robert Schotman hanno avuto la fortuna di poter incontrare anche Valentino Rossi. A introdurre la parte teorica ci ha pensato Pietro Caprara, direttore tecnico e team boss di Sky Racing Team VR46. A seguire alcune ore di formazione pratica insieme a Franco Morbidelli, Francesco Bagnaia, Andrea Migno, Nicolò Bulega, Luca Marini.

I partecipanti sono stati entusiasti dell’avventura al Master Camp. “Ho avuto un grande momento al Motor Ranch e ora mi sento meglio qui, anche per il mio stile di guida”, ha detto Alfonso Coppola. Renzo Ferreira ha instaurato un buon feeling con il leader del campionato di Moto2 Franco Morbidelli. “E’ stato davvero emozionante per me perché parla portoghese ed  è per metà brasiliano”, ha detto Reno Ferreira. “Ho passato con lui un paio d’ore in palestra, poi abbiamo guidato nel pomeriggio sul Motor Ranch e avevo bisogno di concentrarmi completamente sulla moto”.

La tradizionale gara di MiniGP è stata vinta da Kalinin, davanti a Schotman e De La Vega rispettivamente al secondo e terzo posto. I giovani piloti hanno sono tornati in pista in go-kart. Alfonso Coppola ha trionfato davanti a Vega e Ferreira terzo. Nella giornata di ieri gli allievi hanno avuto modo di visitare anche lo store VR46 a Tavullia.

Si è trattata di una bella avventura anche per Franco Morbidelli: “A mio parere [il Master Camp] è una cosa meravigliosa. Sono tutti ragazzi di 15, 16, 19 anni, che hanno questa grande opportunità, sono in grado di allenarsi con noi e vedere il nostro stile di vita. Fanno tutte le attività che facciamo, seguite in maniera impeccabile e fantastica da parte dell’intera squadra Yamaha. È bello vedere qualcosa come quello fatto da Yamaha per i giovani piloti “.