Lewis Hamilton: “Lotta serrata con Ferrari e Red Bull”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Nella prima giornata di prove a Budapest si è nascosto, o forse ha preferito lasciare ad altri la caccia al miglior tempo per dedicarsi anima e corpo al lavoro sulla gara. In effetti, Lewis Hamilton, nell’assaggio iniziale di weekend ungherese, non è andato più in là di un 3° e di un 5° posto, sebbene in entrambi i casi con un distacco dal leader indiscusso finora Daniel Ricciardo minore di 4 decimi.

“In qualifica assisteremo ad una battaglia ravvicinata tra i tre team più competitivi”. Ha riferito l’inglese della Mercedes al termine delle due sessioni. “Le Red Bull mi sono sembrate molto forti in termini di downforce, ma anche le Ferrari si sono dimostrate piuttosto veloci. Diversamente a noi manca lo spunto che avevamo in Inghilterra. Nel complesso, soprattutto al pomeriggio stava andando tutto bene. poi però c’è stata un po’ di confusione. Non è ancora chiaro quali sono le cose da rivedere, per cui dovremo analizzare con calma, sperando che sabato le sensazioni siano migliori. Ad essere sincero per me è stato uno dei venerdì più duri mai avuti all’Hungaroring, magari a causa delle raffiche di vento o delle Pirelli”. In seguito facendo una previsione di quello che ci regalerà in GP, il tre volte iridato ha detto: “Qui è difficile superare, per cui non credo assisteremo ad una corsa eccitante”.

Sulla stessa barca in termini di prestazioni ma più ottimista di Hamilton, il compagno di squadra Valtteri Bottas, che ha concluso 5° e 3°. “Non so quanto potranno progredire gli altri. Per quanto ci riguarda ci comporteremo come al solito e proveremo a fare qualche passo avanti, in particolare a livello di bilanciamento”. Ha analizzato il driver di Nastola. “Domani pomeriggio saremo tutti lì, ma anche sulla distanza mi pare che come riscontri siamo vicini alle scuderie di Maranello e Milton Keynes. Di conseguenza stasera dovremo trovare il modo per guadagnare quei decimi in più che ci servono.

Chiara Rainis