Formula 1 Ungheria, Libere 1: tempi e classifica finale

Daniel Ricciardo, Red Bull (©Getty Images)

Con il solito clima estivo si sono disputate le prime prove libere del Gp d’Ungheria.

Subito dentro Mercedes e Red Bull con gomme medie. La RB13 si prepara al lavoro sull’aerodinamica con le classiche griglie. Il primo leader è Ricciardo con 1’22″421

Qualche problema di fissaggio del sedile sulla Rossa di Raikkonen

Romian Grosjean a muro. Il ginevrino della Haas non ha risparmiato critiche alla sua VF17

Qualche sbavatura anche per Vettel

Bandiera rossa quando marca circa metà sessione. E’ per Antonio Giovinazzi, stamane in azione al posto di Magnussen. Per lui uscita alla curva 11

Intanto in McLaren ci si allena con i pit stop

Quando mancano circa 40′ ancora problemi sulla monoposto di Raikkonen. Per Vettel modifica all’alettone

Hamilton passa in testa con un 1’19″095. Circa quattro decimi meglio dell’altra Mercedes di Bottas. Al momento le Red Bull sembrano più in forma delle Ferrari. Per il #5 tanti problemi di aderenza e stabilità al posteriore con le supersoft.

A 27′ dal termine Carlos Sainz si lamenta per il grande sottosterzo. Al momento chiude il gruppo Grosjean preceduto dal tester Force India Alfonso Celis e dalla Sauber di Wehrlein

Vettel perde pezzi, mentre dal box Ferrari rassicurano sulle condizioni della monoposto di Iceman. Per la Scuderia è appena arrivato direttamente da Maranello un nuovo fondo che si pensa verrà
montato per il pomeriggio.

Ricciardo di nuovo al top con 1’18″486, in pratica a 5 centesima dal record della pista. A 19′ dalla bandiera a scacchi Raikkonen finalmente in azione. Per il ferrarista quinto crono con 1’19″627. Il finnico poi si migliora e diventa 2°.

Sovrasterzo per Vettel

Bloccaggio per Grosjean. Il driver Haas nuovamente scontento dei freni

Lo svizzero è il primo del fondo gruppo davanti ad Ericsson, Celis, Giovinazzi e Wehrlein. Fuori dalla top 10 le due Williams, in particolare diversi fuori pista per Stroll. In difficoltà la Toro Rosso con entrambi i piloti. Deludente pure la Force India, mentre sorprende la Renault nei dieci sia con Hulkenberg, sia con Palmer.

Bene la McLaren, finalmente senza noie tecniche.

A pochi secondi dalla chiusura Palmer perde l’ala anteriore dopo un impatto sul cordolo alla curva 4 ed è bandiera rossa!

Miglior crono quindi per Daniel Ricciardo davanti a Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton. Quarto Max Verstappen, poi Valtteri Bottas, Sebastian Vettel e Fernando Alonso.