MotoGP, Zeelenberg: “A Vinales serve più grip”

Maverick Vinales (©Getty Images)

Dopo i test invernali e le prime due gare di campionato MotoGP Maverick Vinales sembrava non avesse rivali. Il neo pilota Yamaha era divenuto in breve il super favorito per il titolo mondiale, fino a quando le gomme Michelin non si sono rivelate la variabile impazzita della stagione 2017. Wilco Zeelenberg, analista di pista, ripercorre le prime nove tappe del Motomondiale.

A far riflettere i tecnici della Movistar Yamaha sono le moto satelliti del team Tech3 che già in due occasioni si sono rivelate più veloci delle ufficiali. Ma l’ex pilota olandese non pensa che il ritorno al vecchio telaio sia la soluzione giusta. Sappiamo esattamente ciò che abbiamo ai box – ha detto a Speedweek.com. Ma nessuno può giudicare il materiale degli avversari. Quindi dobbiamo fare affidamento su di noi per trarre il massimo, facendo le manovre più astute durante lo sviluppo. Questo sembra molto semplice dall’esterno. Ma in realtà è tutt’altro che facile”.

A complicare la vita di Vinales sono intervenute le gomme, a partire dal GP di Jerez, dopo il quale lo spagnolo ha lanciato un duro monito contro il fornitore francese. “All’inizio della stagione tutti i nostri concorrenti hanno avuto problemi. Ma a Jerez tutto è cambiato radicalmente – ha ammonito Wilco Zeelenberg -. La Yamaha non ha avuto grip. Maverick è arrivato sesto. Abbiamo avuto la stessa moto e le stesse condizioni atmosferiche come nelle prime due gare. Solo il design del pneumatico era diverso”.

Il punto più basso della stagione si è raggiunto in Catalunya, decima piazza finale, con Valentino Rossi ottavo. “All’improvviso ci siamo ritrovati davanti a questi problemi. Poi abbiamo fatto aggiustamenti alla moto. Abbiamo cercato un modo per andare veloce di nuovo. Ma senza grip non si può cambiare molto. E’ fastidioso quando il vostro pacchetto all’improvviso non è più competitivo – ha concluso l’analista di pista di Maverick Vinales -. Sì, la mancanza di grip è il nostro principale problema”.