Max Verstappen: “Vettel si lamenta? Non mi interessa”

Max Verstappen (©Getty Images)

Il pilota della Red Bull Max Verstappen ancora una volta si è scontrato con Sebastian Vettel nell’ultima gara a Silverstone. L’olandese non ha peli sulla lingua, nè reverenza alcuna per qualsivoglia avversario. Del resto è difficile mantenere i nervi ben saldi con una monoposto che l’ha appiedato già cinque volte nella prima metà del Mondiale.

In Gran Bretagna Max ha chiuso al 4° posto, ma solo un colpo di fortuna ha fatto sì che finisse davanti al tedesco della Ferrari. Ancora una volta i due si sono dati battaglia in pista e fuori. “Sebastian è tornato a lamentarsi nel calore della battaglia, ma è qualcosa che è ormai noto. E non mi interessa. Non mi aspetto che mi mandi una cartolina di Natale o mi inviti al prossimo compleanno”, ha detto l’alfiere Red Bull a Sport Bild.

Si cura poco del parere altrui e delle critiche mediatiche. Verstappen va dritto per la sua strada. “Possono dirmi tutto quello che vogliono: Crazy Max, vigliacco, piagnucolone o qualsiasi altra cosa. Non mi interessa. Guardate Michael Schumacher come ha guidato! Alla fine della giornata, un pilota di Formula 1 ha bisogno di sapere come vincere gare e titoli. In realtà non si dovrebbe pensare se si viene ricevuti come un bravo ragazzo nella storia”.

Negli ultimi giorni lo staff di Max Verstappen fa trapelare un certo malumore pur confermando la fiducia alla scuderia anglo-austriaca. Il contratto con Red Bull scade alla fine del 2019. “So che la Ferrari ha una grande storia in Formula 1, così come Mercedes. Onestamente il colore non mi interessa, voglio sedermi sulla macchina migliore”. Poco importa se sarà Vettel il suo futuro compagno di squadra, non manca mai di lanciare frecciate al rivale. “per me Daniel Ricciardo è più veloce di Vettel. Quando i due hanno guidato nella stessa squadra nel 2014, Daniel era più forte. Anche se siamo ormai da più di un anno compagni di squadra, non c’è mai stato nulla di negativo”.