Renault conferma: “Kubica in pista in Ungheria”

Robert Kubica (©Kubica 4 Fans Twitter)

Se fino a qualche tempo fa nessuno ci credeva e anche a lui sembrava impossibile, pian piano le chance di rivedere Robert Kubica sulla griglia di partenza del campionato di F1 si stanno facendo più tangibili. Infatti, questo lunedì mattina la Renault ha annunciato che il pilota polacco, vittima nell’ormai lontano febbraio 2011 di un terribile incidente nel corso di un Rally Ronde in Liguria che gli causò importanti ferite a braccia e gambe con evidenti conseguenze, tornerà al volante in Ungheria.

Il marchio francese, a cui era legato prima dell’evento, gli aveva già concesso l’opportunità di girare al Ricardo Tormo lo scorso 7 giugno con una Lotus E20 V8 del 2012 e di replicare il 12 luglio a Le Castellet, su un tracciato che nel 2018 tornerà ad ospitare il Circus, con la medesima auto. Ora però la posta in gioco si alzerà e si farà seria. Il prossimo 2 agosto a Budapest il driver di Cracovia sarà chiamato a confrontarsi con l’attuale RS17 ibrida, ma non solo. Scenderà in pista con altri colleghi in occasione dei test ufficiali. Un modo particolarmente efficace per il team di Enstone-Viry, per verificare le sue reali condizioni fisiche e il suo potenziale.

“Le prime due giornate hanno permesso sia a Robert, sia a noi di raccogliere moltissime informazioni”. Ha rivelato il managing director di Renault Sport Cyril Abiteboul. “La sessione che andrà invece a disputare la settimana ventura all’Hungaroring ci consentirà di ottenere qualche dettaglio in più e dei dati precisi considerato che utilizzerà la monoposto 2017 e le condizioni saranno maggiormente rappresentative. Solo in un secondo momento, dopo aver analizzato il tutto, saremo in grado di determinare le sue eventuali capacità di rientro alle competizioni nella massima serie”. Ha precisato il francese.

Quest’anno Kubica è stato protagonista di numerose prove: prima con prototipi LM1 e LMP2 e in seguito con una GP3 e una Formula E.

Chiara Rainis