Aprilia, Aleix Espargaro: “Abbiamo commesso tre anni di errori”

Aleix Espargarò (©Getty Images)

Aleix Espargarò e Aprilia dovranno compiere un altro passo avanti nella seconda metà di campionato. Il pilota spagnolo ambisce al podio che in carriera manca dal 2014, ai tempi del team Forward Yamaha, l’unico nella classe MotoGP. La Casa di Noale, dal canto suo, promette di sfoderare un nuovo motore più prestante subito dopo la pausa estiva.

I primi grandi passi avanti si sono intravisti nelle prime nove gare, ma manca ancora costanza di risultati. Quattro volte nella top ten, quattro ritiri. Una volta per un incidente con Andrea Dovizioso in Argentina, tre volte per problemi tecnici alla RS-GP. Dopo il Sachsenring Aleix Espargarò è 14esimo con 32 punti, un risultato che di certo non appaga nè il pilota nè Aprilia.

“L’equilibrio della prima metà della stagione è negativo per i punti, ma ci sono stati molti fattori, come due motori che si rompono e un incidente che ci ha frenato”, ha detto lo spagnolo. “Ma allo stesso tempo siamo stati veloci, più veloci di quanto ci aspettavamo. Verranno le buone gare e sono sicuro che la seconda metà del campionato ci piacerà”.

A guardare il bicchiere mezzo pieno Aprilia può già ritenersi soddisfatta per i progressi rispetto al 2016, quando la top-10 sembrava un obiettivo irraggiungibile. “Sono molto entusiasta di vedere che sono più competitivo di quanto mi aspettassi al momento della firma”, riporta Autosport. “L’anno scorso hanno dovuto lavorare duramente per segnare punti, ora sono molto più in alto. Abbiamo commesso gli errori di tre anni in queste prime nove gare. La prima metà dell’anno non è stata positiva in termini di numeri, ma siamo stati veloci”.

Da Brno a Valencia l’obiettivo da raggiungere sarà il podio, per quanto possa sembrare difficile. “L’unica cosa che mi interessa non sono i punti o il campionato – ha sottolineato Aleix Espargarò -. Quello che voglio è di finire sul podio prima di arrivare a Valencia”.