Ogier sale sulla Red Bull F1: “I rally sono meglio”

Sebastien Ogier (©Sebastien Ogier Twitter)

Dopo Mikko Hirvonen e Sebastien Loeb, anche Sébastien Ogier può affermare di aver provato l’ebbrezza di sedersi al volante di un’auto da F1. Nei giorni scorsi il quattro volte iridato rally si è recato in Austria al Red Bull Ring per fare uno speciale test con la RB7 del 2011. A fargli da mentore l’esperto David Coulthard.

“Ha coperto circa 100 km su un tracciato a lui pressoché sconosciuto, dunque considerato che era la prima volta che saliva su una monoposto, ha fatto un lavoro eccezionale2. Ha dichiarato il pilota scozzese, vincitore di 13 GP.

“E’ stato incredibile. Una grande scoperta. E’ davvero qualcosa di diverso rispetto alle vetture guidate finora”. L’emozione del driver di Gap. “Mi sono divertito molto. La velocità è super, comunque ci si abitua rapidamente. All’inizio ho fatto inserire il controllo di trazione, poi con il trascorrere delle tornate non l’ho più utilizzato. E’ stato interessante vedere quanto la macchina fosse più nervosa senza e come invece occorre essere delicati sull’acceleratore. Penso ad ogni modo di avere più chance di risultato nella mia disciplina, che nel Circus. A mio avviso il WRC è il top perché ci si può misurare con tante tipi di fondo diversi”. Ha aggiunto. “Ad ogni modo ringrazio Red Bull per l’opportunità. Adesso sono concentrato sulla mia carriera e la famiglia, ma chissà in futuro potrei, sempre per diletto, fare qualche altro tentativo”.

Protagonista a fine luglio di uno dei round più attesi del calendario mondiale, ossia il Finlandia, Sebastien Ogier, oggi leader della classifica generale e proiettato verso il quinto sigillo, ha scherzato sulle differenze di approccio. “Penso che ora dovrò fare una specie di reset e ricordarmi delle velocità e dei punti di frenata adatti per la mia Ford Fiesta. Dovessi infatti imitare quelli di Spielberg sono certo incontrerei parecchi problemi!”.

Chiara Rainis