F1, Toto Wolff: “Bottas non lascerà vincere Hamilton”

Toto Wolff (©Getty Images)

Ad una settimana dal GP di Budapest, ultimo GP prima della pausa estiva, Toto Wolff parla dell’Halo, della sorpresa Ferrari e del suo nuovo gioiellino Valtteri Bottas. Adesso che Mercedes dista un solo punto dalla testa della classifica l’atmosfera è più galvanizzata e regna maggior fiducia. Le favorite tornano ad essere le Frecce d’Argento, ma sarà l’Hungaroring a dare il primo verdetto ufficiale.

La scelta FIA di adottare l’Halo nella prossima stagione non ha trovato parere favorevole dalle scuderie di F1. “Temo che la FIA non avesse altra scelta. La FIA vuole aumentare la sicurezza, i dati di stato mostra che l’Halo lo fa. Non mi piace l’aspetto. Ma la decisione è ormai presa, ora dobbiamo migliorare”.

Dopo un inizio di stagione difficile Mercedes è riuscita a trovare il giusto set-up per la W08, intensificando il lavoro sulle nuove gomme. “Per me non importa dove siamo a metà stagione – ha sottolineato Toto Wolff -. Certo, è bello avere un bel vantaggio nel campionato costruttori. Ma allo stesso tempo, siamo ancora indietro nella classifica piloti”. Chi ha sorpreso in questa stagione? “Ferrari. E’ stato impressionante vedere quanto siano cresciuti in questa stagione. Sono soddisfatto anche della competitività della Force India con un grande duello tra i due piloti”.

Dopo l’addio di Nico Rosberg Mercedes AMG F1 ha avuto la fortuna e il fiuto di trovare un ottimo pilota del calibro di Valtteri Bottas. “Sono due personalità completamente diverse. La gente dice che per Nico è stato facile entrare in F1. Ma io la vedo in modo diverso. Ha raggiunto il suo obiettivo di diventare campione del mondo di Formula 1. E io ho grande rispetto per la sua decisione di smettere. Bottas vola basso, la politica non gli interessa, è molto aperto e diretto. Non mi ha sorpreso quanto bene si sia adattato. Lui è un gran lavoratore”.

Ci saranno mai ordini di scuderia per farlo rallentare e facilitare la vittoria iridata di Lewis Hamilton? La risposta di Toto Wolff è scontata. “Fino a quando entrambi hanno accesso al titolo, no! Tuttavia, quando si arriva a una posizione in cui si ha l’opportunità di diventare campione del mondo, ma l’altro no, allora questo cambierà. Attualmente, voglio vedere entrambi in corsa per il titolo”.