Robert Kubica: “Ora sono pronto a tornare”

Robert Kubica (Getty Images)

Robert Kubica è sempre più vicino al ritorno in Formula 1. Le voci continuano a rincorrersi e i diritti interessati non fanno nulla per smentire la cosa. Le opzioni sono tante e variegate. Quella più concreta è la strada che porta alla Renault, suo team prima del terribile incidente. La squadra francese è scontenta del rendimento di Palmer e a fine anno potrebbe sostituirlo proprio con il polacco.

Più defilata, invece, l’ipotesi Ferrari, che non sarebbe comunque contenta delle prestazioni di Raikkonen. Da monitorare anche la situazione in McLaren dove Vandoorne non sta facendo certo grandi cose e dove il polacco ritroverebbe probabilmente il suo migliore amico nel paddock, Fernando Alonso.

L’emozione di una Formula 1 non ha prezzo

Come riportato da “Il Corriere della Sera”, Robert Kubica ha parlato della possibilità concreta di tornare in Formula 1: “Mi sento pronto, mi sento molto più sicuro. I due giorni passati alla guida di una Formula 1 mi hanno aiutato tantissimo, ho trovato una gran fiducia”.

Naturalmente la cosa non è stata facile. Robert Kubica ha raccontato di aver sofferto molto e di aver atteso tutto questo tempo per essere sicuro di ritornare in forma sia fisica che mentale in Formula 1: “Se Renault volesse continuare questa pazzia io ci sarò, ora mi sento pronto, so che posso tornare il pilota di un tempo. Il livello che avevo raggiunto nel 2010 era alto, ma ce la posso fare ora”.

Robert Kubica però ha i piedi ben piantati a terra e afferma: “Per decidere di mettermi una macchina di Formula 1 in mano ci vuole davvero tanto coraggio. Per ora ringrazio Renault per tutto quello che hanno fatto, 6 anni sono tanti e loro hanno già avuto tanta fiducia in me”.

Il polacco nel ringraziare i vertici Renault ha affermato che probabilmente questa opportunità è arrivata poiché ha lasciato un buon ricordo di sé nella squadra. Robert Kubica comunque ci ha tenuto a precisare che non ne farà un dramma nel caso in cui non dovesse concretizzarsi il suo ritorno in Formula 1, ma che è comunque contento per le grandi emozioni provate in questi test.

Antonio Russo