Hamilton: “Mai sentito competitivo quanto ora”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Appena eguagliato nella classifica di tutti i tempi il record di vittorie a domicilio (5) a firma di due mostri sacri come Jim Clark ed Alain Prost, forse per autoincoraggiarsi, o piuttosto per impaurire i diretti avversari, Lewis Hamilton ha ammesso di sentirsi in stato di grazia. Secondo della generale con appena un punto di deficit dal ferrarista Vettel, il britannico è uscito dal weekend di casa con rinnovata fiducia nelle proprie possibilità di conquistare il quarto titolo iridato.

“Tutto ciò che so è che amo le gare e la sensazione che ho è che non ho mai guidato così bene. E’ probabile che abbia fatto questa affermazione anche in passato, ma oggi ne sono molto più convinto. Dentro di me, so di essere ad un livello davvero al top”. Ha dichiarato a Motorsport.com. “Desidero confermarmi e per farlo dovrò prepararmi al massimo e nel miglior modo possibile. Nessuno potrà farlo per me. Vicino ho una squadra super che mi ha aiutato ad arrivare dove sono. Si tratta di una catena lunga e ben oliata dotata di una grandissima efficacia che speriamo possa continuare”.

Tornando poi al successo conseguito nelle Midlands, il driver Mercedes ha spiegato: “Amo diversi circuiti, soprattutto quelli cittadini come Monaco, ma Silverstone è uno dei miei preferiti. In particolare con le nuove monoposto è fantastico e la sequenza di curve Copse, Maggotts e Becketts non ha pari. Non si costruiscono più tracciati così o come l’Ungheria. Inoltre, ogni volta, ricevo dal pubblico un calore unico. Nessun altro collega può affermare lo stesso per sé. Sin dai momenti prima di salire in macchina i tifosi già mi incitano. Questa volta, ho fatto attenzione e allo start alla curva 3 ho visto la gente applaudire, e pure alla 7 e per tutti i 51 giri. Mi hanno spinto tutto il tempo e una cosa simile non esiste altrove”. Ha concluso un esaltato Ham.