Hamilton spiazza Mercedes: “Tra 6 mesi tutto può succedere”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Lewis Hamilton è uno sportivo che sa come mantenere sempre alta l’attenzione propria e altrui. Dopo la marcia trionfale di Silverstone ha gettato una “bomba” di mercato: per il momento nessun rinnovo di contratto con Mercedes, in scadenza a fine 2018. “Non posso dire cosa succederà tra sei mesi, tranne che ho un grande amore per le corse. Sono al meglio. Difficile dire se mi fermo o corro, non posso prevedere cosa passa per la testa quando sarò a Natale”.

Parole che aprono nuovi scenari di mercato, non tanto in vista del prossimo Mondiale. La notizia di mercato è arrivata giorni fa dall’Inghilterra, seppur vada presa con le pinze. Lewis Hamilton sogna di chiudere la carriera in Ferrari e potrebbe avvenire nel 2019. Una mossa da non sottovalutare visto che Kimi Raikkonen al massimo prolungherà il suo contratto al massimo fino alla fine del 2018.

Molto dipenderà anche dalle scelte di Sebastian Vettel, la sua posizione resta intrigante. Perchè nella folle possibilità che voglia andare alla Mercedes, Hamilton non ci penserebbe due volte a trasferirsi in Ferrari. Fanta-mercato-piloti estivo che forse serve solo a riempire le pagine di Formula 1? Secondo la stampa inglese non sarebbe proprio così. Basti pensare al comportamento di Toto Wolff dopo Baku, al suo modo tiepido di condannare Vettel, forse un modo per mantenere aperte le porte al campione tedesco.

Un’ipotesi rafforzata dalla partecipazione del manager austriaco al compleanno di Sebastian Vettel, due giorni prima dell’udienza della FIA a Parigi, risoltasi con una semplice ammonizione verbale. Infine la nazionalità tedesca sarebbe molto ben vista dalla casa madre Daimler, con sede a Stoccarda, che hanno una prospettiva basata sul made in Germany. Dal 2010, anno del ritorno in Formula 1, questo è il primo anno in cui non hanno un pilota tedesco ai box.

Budapest potrebbe dare qualche primo parziale responso. Toto Wolff vuole cominciare a mettersi al sicuro facendo firmare il nuovo contratto a Valtteri Bottas. “Non è solo il 2018, siamo in attesa di ciò che accade nel ’19 e ’20. Ecco perché dopo Budapest (la gara del 30 luglio), ho intenzione di contemplare su una spiaggia ciò che è giusto e sbagliato per la squadra”. Il boss Mercedes esclude l’ipotesi Hamilton-Ferrari, ma dinanzi ai sogni e ai milioni mai dire mai…

Luigi Ciamburro