FCA, richiamate 1,3 milioni di vetture

FCA
FCA © Getty Images

Il gruppo FCA ha deciso di richiamare poco più di 1,3 milioni di vetture, tra cui anche Fiat, per via di alcuni problemi che si sono presentati soprattutto per quello che riguarda il mercato nordamericano. Dei malfunzionamenti che l’azienda italo-americana ha subito precisato che non hanno comportato incidenti o danni consistenti alle persone. Stando a quanto riportato da Il Sole 24 Ore a fare ritorno in fabbrica più di 770.000 SUV che dovranno avere in dotazione un nuovo airbag, aggiungendo una protezione. Di queste vetture circa 360 mila fanno parte del commercio dedicato agli USA. Per quello che riguarda i modelli che hanno registrato questo tipo di problemi sono Dodge Journey e la Fiat Freemont.

FCA, richiamate diverse vetture

Oltre ai quasi 800 mila veicoli con il problema legato agli airbag, l’azienda ha dovuto fare i conti con altri problemi legati a 565 mila vetture delle quali circa 440 mila si trovano negli Stati Uniti. Questa volta però il malfunzionamento non riguarda gli airbag ma un’usura troppo veloce da parte dell’alternatore che potrebbe portare ad un rischio incendio. Le auto che hanno riscontrato questa anomalia sono Chrysler 300, Dodge Charger berlina, Dodge Challenger coupe, Dodge Durango Suv e Jeep Grand Cherokee Suv che sono state prodotte tra il 2012 ed il 2014. In questo caso la FCA ha affermato che due incidenti sono riconducibili a questo tipo di problema e che non ci sono stati feriti. Un problema non da poco conto per la società italo-statunitense che è chiamata a risolvere i malfunzionamenti di più di un milione di auto.