Villeneuve: “Kvyat? Meglio se sta a casa”

Daniil Kvyat (©Getty Images)

Jacques Villeneuve non è certo uno che si cuce la bocca e anche in occasione del GP di Silverstone ha trovato pane per i suoi denti da commentare in maniera piccata. L’episodio in questione: l’incidente al primo giro che ha visto protagonista la coppia Toro Rosso e che si è conclusa con un drive through inflitto a Kvyat, reputato colpevole della collisione che ha mandato ko la monoposto #55.

“Non capisco bene cosa volesse fare Daniil”. Ha affermato il pilota canadese a Motorsport.com. “Sapete qual è l’aspetto peggiore della vicenda? E’ che via radio  ha cercato di dare la colpa al compagno di squadra, credendo forse che nessuno aveva visto le immagini. Questo dimostra un atteggiamento negativo da parte sua, ecco perché a mio avviso merita di stare a casa. E’ ormai diventato imbarazzante”. Ha attaccato il figlio di Gilles.

Quindi tornando sulle dinamiche del botto ha spiegato: “Kvyat si è intraversato rientrando in pista dopo un errore e anche se non ci fosse stato Carlos sarebbe uscito ugualmente. Fossi nel team lo lascerei in panchina per un po’, in modo da farlo riflettere. Non è la prima volta che va fuori dai limiti. Forse le F1 sono troppo veloci per lui”. Ha proseguito nella disamina.

E sull’difesa del russo nel post gara che ha tacciato i commissari di essere stati troppo severi nei suoi confronti Jacques Villeneuve ha sostenuto: “Se continua a puntare così il dito contro qualcuno, non imparerà nulla. Dovrebbe invece assumersi le proprie responsabilità e fare autocritica. E’ l’unico modo per migliorarsi. Quando in un caso del genere la colpa è tua al 100% e pure con un largo margine, l’insistere nello scaricare tutto sulle spalle di altri è qualcosa di patetico. Di solito ai piloti non viene concessa una seconda chance. Lui ne ha avute diverse ma sembra non apprendere”. Ha concluso nell’invettiva.

Chiara Rainis