Roger Federer: “Mi sono ispirato a Rossi e Schumacher”

Roger Federer
Roger Federer (©Getty Images)

Roger Federer è un’autentica leggenda del tennis e nonostante i 35 anni continua a vincere. La sua ultima impresa è la vittoria di Wimbledon, il torneo più prestigioso di tutti. In questo 2017 ha ottenuto l’ottavo successo nell’evento, un record.

Nel cercare di motivare come abbia potuto vincere ancora in Inghilterra, lo svizzero ha citato fenomeni di altre discipline: “Mi sono ispirato ai più grandi, come Usain Bolt, Michael Jordan, LeBron James, Valentino Rossi o Michael Schumacher. Quando ero giovane non capivo come riuscissero a restare ai più alti livelli per così a lungo. La chiave è l’allenamento, ogni giorno, sempre. Fortunatamente anche io ad un certo punto l’ho capito. E’ importante essere circondati da persone che sanno ispirarti, ho imparato il massimo da queste leggende sportive”.

Federer ha grande stima per alcuni tra coloro che hanno fatto la storia di altri sport. Se guardando al tennis ha soprattutto in Pete Sampras un idolo e fonte di ispirazione, anche altrove Roger sa trovare degli esempi positivi a cui ispirarsi. Persino in ambiti come i motori. Non a caso ha indicato Valentino Rossi e Michael Schumacher come modelli. Due che, rispettivamente, in MotoGP e Formula1 hanno scritto pagine storiche.

In questo 2017 Federer ha già vinto Australian Open, Indian Wells e Miami. È il giocatore che ha vinto più tornei del Grande Slam (19), che ha vinto il maggior numero di partite (321). Nonostante l’età avanzata continua a stupire e a questo punto ci possiamo aspettare nuovi trionfi da parte sua.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)